Disavventura per Sigfrido Ranucci, il conduttore di Report che ha subito un attacco hacker sul suo conto bancario. A riferirlo una nota congiunta di Federazione nazionale della Stampa italiana e Usigrai, che denunciano l'accaduto: "La banca di Sigfrido Ranucci ha informato il conduttore di Report che il suo account bancario è stato violato da un hacker operante in un Paese dell'Est europeo. L'attività di spionaggio sarebbe stata finalizzata ad acquisire dati personali relativi all'identità, alla residenza, ai familiari. Tra i dati violati anche quelli aziendali, in particolare mail e cellulare". La comunicazione continua evidenziando come si tratti di:

elementi preoccupanti che appaiono ancora più inquietanti se collegati alle polemiche e alle minacce ricevute dalla redazione di Report dopo le documentate inchieste relative proprio alle fabbriche dell'odio e alle multinazionali delle fake news che, non casualmente, hanno la loro sede anche nei paesi dell'Est.

L'inchiesta di Report su Savoini

Il riferimento è all'inchiesta con cui Report ha aperto la stagione televisiva in corso, che andava ad approfondire la questione Savoini, Lega di Salvini e soldi russi, tra i fatti politici più destibilizzanti della scorsa estate, che ha dato una spallata pesante al governo gialloverde, poi caduto poche settimane dopo.

Nessuna dichiarazione di Sigfrido Ranucci

Fnsi ed Usigrai, le sigle che tutelano la categoria giornalistica concludono affermando che "condivideranno e sosterranno tutte le iniziative che Ranucci e la redazione di Report decideranno di promuovere in tutte le sedi, compresa quella giudiziaria". Al momento non ci sono dichiarazioni di Sigfrido Ranucci e aggiornamenti da parte degli account social della trasmissione di Rai3 in onda al lunedì sera. Che potrebbero arrivare nelle prossime ore, qualora dovessero emergere altri aspetti dell'attacco hacker di cui è stato vittima Ranucci.