L'eco della notizia di Sfera Ebbasta nella giuria di X Factor continua ad essere tema di discussione. Se nei giorni scorsi, in seguito all'ufficializzazione dei quattro giudici da parte di Fremantle e Sky, erano già giunte contestazioni da parte di un familiare di una vittima della tragedia di Corinaldo, adesso è tutto il comitato genitori nato in seguito alla morte di quelle sei persone a dire la sua contro la scelta di Sfera come giudice del programma: "Il Co.Ge.U., Comitato Genitori Unitario di Senigallia, costituito a seguito dei fatti di Corinaldo, esprime il suo massimo dissenso verso la società di Sky, per la scelta di affidare l’incarico di giudice a Sfera Ebbasta nel programma “X Factor” della prossima stagione". Questo si legge nel comunicato reso noto dal comitato, che prosegue così:

La notizia ha suscitato sentimenti contrastanti di sorpresa, delusione, confusione e rabbia. La società sarà libera di confermare la nomina: per il comitato invece tale scelta è una preziosa occasione di riflessione e partecipazione democratica attiva, per cui si propone a tutti di NON seguire il programma. Confida invece nel positivo lavoro della Magistratura che sta seguendo le indagini con serietà e rigore, da cui stanno emergendo gravi responsabilità di privati e istituzioni

Diversa era stata la direzione della Rai in relazione a Sfera Ebbasta nella giuria di un talent. L'amministratore delegato dell'azienda, Fabrizio Salini, qualche mese fa bloccava la presenza dell'artista trap tra i coach di The Voice proprio in ragione di una scelta di sensibilità e rispetto nei confronti dei parenti delle vittime.

Va tuttavia ricordata la totale estraneità di Sfera Ebbasta rispetto agli incidenti avvenuti, visto che quella sera di dicembre l'artista non aveva nemmeno raggiunto fisicamente la discoteca "Lanterna Azzurra" mentre lo spruzzo di spray al peperoncino in sala provocava il panico e un fuggi fuggi generale che poi portò alla tragedia.

Nei giorni scorsi Sky aveva già risposto alle polemiche attraverso gli account ufficiali social, ribattendo a chi contestasse la presenza di Sfera nel programma: “Sfera Ebbasta è riuscito ad affermarsi in pochissimo tempopubblicando a 27 anni il disco più venduto in Italia nel 2018. Per raggiungere questi risultati sia talento che fiuto, caratteristiche molto utili per fare da mentore ai concorrenti di #XF13. (…) Quando abbiamo annunciato la partecipazione di Fedez anche lui è stato fortemente criticato da chi non lo conosceva. Poi si è rivelato uno dei giudici migliori che X Factor abbia mai avuto. Sfera Ebbasta non si è ancora seduto al tavolo di XF13, vedrai che ti conquisterà“.