Niente festival di Sanremo per Rula Jebreal. Dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi, che parlavano della giornalista come ospite al festival condotto da Amadeus, è arrivata la notizia del "no" da parte dei vertici della Rai. A riportare il tutto è Repubblica. Secondo quanto si legge sul quotidiano, i vertici della Tv di Stato hanno preferito fermare l'idea del direttore artistico Amadeus. L'incontro tra Rula Jebreal e Amadeus c'era stato qualche giorno fa. Anche l'accordo sulla presenza della Jebreal sembrava cosa fatta: nelle ultime ore, però, la decisione della Rai di fermare tutto.

La notizia della giornalista a Sanremo aveva scatenato commenti negativi da parte di alcuni utenti dei social e politici: l'accusa, a loro avviso, era la politicizzazione del festival della canzone. Tra le notizie trapelate nei giorni scorsi c'era stata anche la possibilità di avere in diretta – grazie all'intervento della Jebreal – un'intervista all'ex first lady Usa Michelle Obama. In alternativa era trapelato anche il nome di Oprah Winfrey come ospite. Tutte ipotesi sfumate, a quanto pare, forse anche a causa delle polemiche cavalcate in queste ultime ore, anche da esponenti del centrodestra.

Molto duro, poi, il commento di uno dei consiglieri Rai, Giampaolo Rossi. Dopo la diffusione della notizia, aveva così commentato la presenza della Jebreal: “Credo che il Festival di Sanremo debba essere un momento di unione del nostro Paese e non lasciare spazio, quindi, a sentimenti divisivi e a persone che li alimentano”. Un ragionamento opposto a quello della senatrice Pd Valeria Fedeli che, in merito alla presenza della Jebreal e di Michelle Obama ha dichiarato:  "Chi può avere qualcosa in contrario a portare sul palco del festival di Sanremo una denuncia forte della violenza contro le donne?".

Il caso Rula Jebreal in Vigilanza Rai

Lo stop imposto alla giornalista ha provocato l’inasprirsi delle polemiche da parte delle forze politiche già scese in campo quando la notizia della partecipazione di Rula Jebreal a Sanremo aveva cominciato a profilarsi all’orizzonte quale ipotesi concreta. Davide Faraone, presidente dei senatori di Italia Viva, ha accusato la Rai di essersi piegata ai voleri dell’ex Ministro dell’Interno: “Dieci donne a Sanremo 2020, ma non Rula Jebreal. Nessuno spazio ad una nuova italiana di successo. Nella narrazione sovranista stona e anche parecchio. La Rai, la tv pubblica si piega al diktat di Salvini. Credo sia semplicemente vergognoso”. Poi ha annunciato che porterà il caso in Vigilanza Rai:

Ho deciso di portare il caso in vigilanza Rai e intanto denuncio pubblicamente un’autentica discriminazione di Stato. Non possiamo stare zitti.