È Paolo Jannacci l'artista scelto da Enrico Nigiotti per la serata del Festival di Sanremo dedicata ai duetti. Insieme i due canteranno "Nonno Hollywood", brano con cui il cantante livornese è in gara e che è dedicato al nonno scomparso ad agosto, a cui era molto legato. "Io avrei presentato un altro brano per il Festival, ma poi è arrivato questo e ho voluto cambiarlo all’ultimo. Per questo motivo mi sento soddisfatto e felice", ha detto Nigiotti alla stampa. La collaborazione tra i due è di certo tra le più attese della kermesse.

Chi è Paolo Jannacci

Paolo Jannacci è un musicista, nato nel 1977 a Milano e figlio del noto cantautore Enzo Jannacci. "Ci sono voluti anni perché riuscissimo a comprenderci e lasciarci liberi di esprimere quello che eravamo", ha detto a proposito del rapporto con il padre in una intervista rilasciata a Vanity Fair. La sua carriera inizia ufficialmente nel 1988, definendosi un jazzista eclettico, amante del piano e del basso. Ha lavorato per le colonne sonore di diversi film, come "Mi fido di te" del 2006 e "Almeno tu nell'universo" del 2011. È conosciuto soprattutto per la sua partecipazione a programmi tv come "Zelig", dove ha suonato con la Paolo Jannacci Band, e "Che tempo che fa".  Quella di stasera è per lui la prima volta sul palco del Teatro Ariston.

Enrico Nigiotti tra i protagonisti del Festival 2019

Enrico Nigiotti, ex "Amici di Maria De Filippi" ed ex "X Factor", è tra i protagonisti del Festival di Sanremo con il brano "Nonno Hollywood", di cui è anche autore oltre che interprete. A dirigerlo c'è Federico Mecozzi, il più giovane direttore d'orchestra di questa edizione: "Questa canzone è un brano a cui sono molto legato, che mi appartiene. L’ho scritto di impulso lasciando libero sfogo alle mie emozioni. Credo che questa canzone non avrebbe potuto avere un palco migliore e per questo ringrazio Claudio Baglioni che mi ha permesso di presentarla proprio all’Ariston", ha detto il cantante livornese spiegando il significato del brano. Per il momento occupa la zona intermedia della classifica provvisoria della kermesse. Chissà che proprio il duetto con Jannacci posso aiutarlo a scalare posizioni per avvicinarsi alla vetta.