Venerdì di chiusura per i conduttori della Rai, che lasciano i programmi condotti per l'intera stagione invernale, lasciando spazio i nuovi format estivi o, in alcuni casi, dicono definitivamente addio alla trasmissione. Ed è quanto è accaduto oggi a Salvo Sottile, che durante l'ultima puntata di Mi Manda Rai3, dopo ben quattro stagioni alla conduzione, saluta commosso il suo pubblico, ringraziando tutti per la fiducia e la costanza con cui hanno seguito il programma che si è rivelato un punto di riferimento per i telespettatori anche durante l'emergenza sanitaria.

I ringraziamenti alla Rai

Un discorso commosso e accorato quello che Salvo Sottile rivolge al pubblico di Mi Manda Rai3, trovandosi a doverlo salutare un'ultima volta. Il giornalista, infatti, non sarà al timone della trasmissione il prossimo anno e per questo motivo il suo congedo risuona particolarmente malinconico, ma comunque pieno di gratitudine e anche fierezza per il lavoro svolto nel corso di questi mesi, soprattutto per la nuova veste adottata dalla trasmissione nell'ambito dell'emergenza sanitaria da nuovo coronavirus. In studio è presente anche Andrea Vianello, storico conduttore della trasmissione ed ex direttore della terza rete Rai, che si è complimentato con Sottile per questa stagione appena conclusa: "Ho visto quanto è stato importante il ruolo che avete avuto, hai raccontato il lockdown il virus in modo diverso da tutti gli altri, ti volevo dire grazie perché lo hai fatto molto bene". Salvo Sottile risponde, visibilmente emozionato, e dando così voce alle sue emozioni

Grazie mi commuove, queste parole di Andrea mi commuovono. Caso vuole che la presenza nell’ultima puntata di un maestro per me di questo mestiere, un pezzo di storia di Mi Manda Rai Tre, Andrea Vianello, sia anche l’ultima puntata che conduco di questo programma che è stata un’avventura straordinaria, difficile, perché ci siamo messi al servizio dei cittadini, abbiamo dovuto cambiare pelle nell’epoca dell’emergenza Covid raccontando i problemi dei cittadini, cercando di diventare  un centro di ascolto per i problemi del Paese. Questo è stato possibile grazie ad una straordinaria squadra di redattori, autogiri, capo progetto, caporedattore, tutte le persone che hanno lavorato qui, la regia, lo splendido apparato tecnico della rai. i colleghi che hanno fatto in modo di mandarci in onda lo stesso, per  garantire non Rai3, ma la rai e voi stessi per avere qualcuno che vi potesse ascoltare. Questo è stato possibile grazie ai consulenti di mi manda rai 3 che gratuitamente si sono messi al vostro servizio per rispondere alle vostre istanze e darvi delle risposte.

La commozione di Salvo Sottile

Un sentito ringraziamento ad una squadra che ha lavorato alacremente per soddisfare le richieste dei cittadini, nonché un ringraziamento alla Rai che ha fatto in modo che il programma, nonostante le difficoltà, continuasse con la messa in onda in un momento così delicato. Ma non poteva mancare un saluto ancor più accorato rivolto alla vera anima di ogni trasmissione, il pubblico, ed è infatti ai suoi telespettatori che si rivolge il giornalista dicendo: "Se ho sbagliato qualcosa l’ho sbagliato io, se vi abbiamo portato beneficio è merito di questa grande famiglia di mi manda rai 3 che mi mancherà, come mi mancherete voi. Per l’ultima volta  vi saluto nel modo più affettuoso, ciao buone vacanze." Con la voce rotta dalle lacrime e il volto contrito Salvo Sottile si allontana dalla camera e si congeda, così, per l'ultima volta dall'avventura di Mi Manda Rai3.