Rula Jebreal sarà al Festival di Sanremo 2020, adesso c'è l'ufficialità. Si è chiuso positivamente il vertice Rai tra la direttrice Teresa De Santis, l'ad Fabrizio Salini e il conduttore-direttore artistico della kermesse, Amadeus. Dopo una telenovela mediatica durata settimane, il conduttore riesce a scrivere un lieto fine: Rula Jebreal sarà una delle dieci donne che si avvicenderanno sul palco del Teatro Ariston.

Il vertice Rai su Rula Jebreal al Festival

Da poche ore si è concluso il vertice preannunciato questa mattina in cui si auspicava una risoluzione positiva tra le parti in causa. "Nessuna censura in Rai" aveva avvisato l'ammistratore delegato Fabrizio Salini, lasciando intendere buone notizie per la risoluzione di quello che è stato un vero e proprio caso. Fortemente voluta da Amadeus, Rula Jebreal sarà al Festival presumibilmente per parlare della condizione della donna nella società odierna e non delle sue posizioni politiche.

Tutto sul caso Rula Jebreal-Sanremo

Tutto è partito da una indiscrezione di Dagospia, basta a far divampare la polemica. Il primo a manifestare il suo dissenso è stato il consigliere Rai Giampaolo Rossi, seguito da Daniele Capezzone. Esternazioni che si sono poi ingigantite ed espanse a macchia d'olio e che hanno di fatto frenato la macchina organizzativa, costringendo la stessa Jebreal a lasciare un commento circa la sua possibile esclusione, rivelando di aver ricevuto richiesta di uscire con un comunicato in cui rivelava di aver declinato l'invito: "In Rai sono spaventati di avere una Italia inclusiva e tollerante".

Chi è Rula Jebreal

Classe 1973, Rula Jebreal è nata a Haifa ma è naturalizzata italiana. Ha cominciato a lavorare come giornalista nel 1997 per "Il Resto del Carlino", "Il Giorno" e "La Nazione". Nel 2002 prende parte a "Diario di guerra", trasmissione televisiva di La7, in veste di giornalista e militante del Movimento palestinese per la democrazia e la cultura. Sempre per La7 cura la rassegna stampa dei quotidiani in lingua araba e, alla fine del 2003 ottiene la conduzione dell'edizione notturna del telegiornale di La7. Nel 2005 conduce "Pianeta 7" e "Omnibus Estate", poi approda a "Omnibus". Nel 2006 è nel cast di "Annozero" di Michele Santoro. Dal 2007 è su RaiNews24 con "Onda Anomala", settimanale dedicato agli esteri. Nel 2017 Rula è stata una delle sette donne di successo omaggiate da Yvonne Sciò nel suo documentario Seven Women.