La Rai a trazione sovranista, più verde che gialla, continua il suo percorso. Mentre Lega e Movimento Cinque Stelle non trovano l'accordo sul voto di sfiducia al presidente Marcello Foa, bloccando quindi la Commissione Vigilanza, arrivano i nuovi nomi per i palinsesti invernali. Se quelli estivi avevano fatto storcere il naso, quelli a venire inducono l'Onorevole Michele Anzaldi a parlare apertamente di "occupazione di Salvini di tutta la Rai".

Le parole di Michele Anzaldi

Seguendo le indiscrezioni riportate da Repubblica sulla possibile conferma di Roberto Poletti anche per la versione invernale di "UnoMattina", abbiamo chiesto al segretario della Commissione Vigilanza un parere sull'argomento: "Credo che un esterno a Uno Mattina edizione ordinaria, quindi non una semplice sostituzione estiva, sia senza precedenti, no? Assumono Roberto Poletti per tutta la stagione prima ancora di vedere come se la caverà d'estate". Una circostanza inedita che potrebbe avvenire con l'ufficializzazione del palinsesto della prossima stagione. Un palinsesto che, in effetti, lascerebbe presagire un sostanziale vantaggio numerico della Lega sui pentastellati nelle produzioni di Viale mazzini.

Le indiscrezioni sui palinsesti invernali

C'è un problema di pluralismo in Rai? Stando alle anticipazioni di Repubblica, i palinsesti invernali saranno conditi da nomi vicini al governo giallo-verde: Roberto Poletti, ex direttore di Radio Padania, sarebbe già stato confermato per la conduzione dell'edizione invernale di UnoMattina. Tra i nomi su cui la Rai punterà nella prossima stagione c'è anche quello di Monica Setta, che non ha mai nascosto le simpatie per il governo attuale ma soprattutto c'è il nome di Lorella Cuccarini, che si è resa protagonista di botta e risposta a distanza con la sua "nemica-amatissima" Heather Parisi proprio per le questioni politiche legate al governo attuale.