AGGIORNAMENTO 22 marzo 2019: Riceviamo e pubblichiamo replica di Enel Energia: "Servizio Elettrico Nazionale precisa che i prezzi dell’energia elettrica includono anche le cosiddette quote fisse, ossia le quote che non dipendono dai consumi e che vengono applicate da tutte le società di vendita in base ai valori fissati dall’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA). Tali quote coprono i costi fissi del sistema che vengono ripartiti sui clienti".

"Salvateci dall'Enel!". Rita Dalla Chiesa riceve una bolletta dell'energia elettrica troppo cara e attacca l'Enel via twitter. Sul social network, la conduttrice ha condiviso la foto della sua ultima bolletta dell'elettricità che effettivamente riporta più costi extra che costi dell'energia, pretendendo spiegazioni.

La denuncia di Rita Dalla Chiesa

Rita Dalla Chiesa alza i toni e incassa il sostegno di tantissimi follower. Il suo tweet-sfogo ha realizzato infatti ben 1094 "mi piace" e più di 400 retweet, al momento in cui scriviamo. L'indignazione di Rita Dalla Chiesa è stata ricambiata con il supporto dai tanti utenti del social network "cinguettante".

Vergognatevi. Qualcuno ci salva dall'Enel che per un consumo di 12 euro a bimestre emette bollette per 68,17 euro? Che ci fate nei talk show televisivi?"

La polemica su Twitter

Nonostante sia stato taggato il profilo ufficiale, Enel Energia non ha rilasciato alcun tipo di dichiarazione ma il tweet di Rita Dalla Chiesa ha innescato una aspra polemica. Sono tantissimi gli utenti che condividono la stessa sorte di Rita Dalla Chiesa: "I politici devono fare qualcosa", "Siamo tutti penalizzati", "Paghiamo di più perché ci sono gli evasori". C'è anche chi cerca di discolpare Enel Energia da questa situazione: "Purtroppo non è colpa di Enel che applica imposta di consumo, accise regionali, spese di distribuzione. Sono parti di fattura che possono essere eliminate solo dai nostri governanti". Il tweet di Rita Dalla Chiesa è però servito ad accendere un riflettore sulla questione.