In queste ore, si è appresa la notizia della morte di Paolo Bucinelli, noto agli spettatori italiani come Solange. Aveva 68 anni. Sin dalla fine degli anni '90, iniziò a presenziare nei salotti televisivi dichiarandosi sensitivo, ma chiarendo anche di considerare il suo "dono" come una sorta di missione e dunque, assicurava di non chiedere mai soldi per le sue previsioni. Proprio per questo motivo ebbe uno scontro a Domenica In con il "collega" Divino Otelma, all'anagrafe Marco Amleto Belelli.

Lo scontro con il Divino Otelma a Domenica In

Proprio nel giorno della morte di Solange, lo stesso Otelma ha voluto tirare fuori un breve video che ritrae proprio lo scontro avuto con Paolo Bucinelli nel 2018. Tutto è avvenuto nel salotto del programma di Mara Venier. I due "sensitivi" hanno iniziato a battibeccare mentre Vladimir Luxuria – che in queste ore ha rivolto un ricordo commosso a Solange – si ritrovava suo malgrado nel mezzo. Il motivo dello scontro? Il fatto che Otelma si facesse pagare per i suoi "servizi".

Le parole di Solange su Otelma

Nel corso dell'acceso battibecco con il Divino Otelma, Solange chiarì: "Parliamo di una cosa seria. Io ce l'ho a morte con le persone che prendono i soldi, perché questa è una piccola missione", mentre Otelma inveiva: "Tu hai la testa vuota Solange. Sei un poveretto senza arte né parte che trascina la sua inutile vita sulle strade del mondo. Quando uno ha la testa vuota come la tua può soltanto tacere e chiedere la misericordia del prossimo". Solange, però, non si fece di certo intimorire dal Divino. Al contrario, ribadì con ancora maggiore decisione il suo concetto: "Non credete a chi vi chiede i soldi. Fate del bene, è la cosa più bella. Non come lui che vi chiede i soldi. Io non li prendo i soldi". Otelma fu lapidario: "Certo perché nessuno te li dà, è ovvio Solange".