Ci ha emozionato con il monologo de "La notte poco prima delle foreste" e ci ha saputo far ridere con le parodie The JackaL, soprattutto ci ha intrattenuto formando una grande alchimia con Claudio Baglioni e Michelle Hunziker. Il pubblico ha acclamato un suo ritorno a gran voce, ora è ufficiale: Pierfrancesco Favino ritorna al Festival di Sanremo 2019. 

Pierfrancesco Favino ha accettato l'invito

L'attore ha accettato l'invito del direttore artistico Claudio Baglioni, tornerà quindi al Teatro Ariston come ospite d'onore di una delle serate della 69esima edizione del Festival, che si terrà tra il 5 e il 9 febbraio. Già nella giornata di ieri, ci sarebbero state delle prove top secret per lui.

La carriera di Pierfrancesco Favino

La carriera di Pierfrancesco Favino è una storia straordinaria, di grande impegno e di grande fervore. Nato nel 1969 a Roma, ma originario di Candela (in provincia di Foggia), cresce sotto gli insegnamenti di Luca Ronconi e Orazio Costa, diplomandosi all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio D'Amico. Nel 1991 il debutto in tv, nel 1995 avviene il debutto al cinema con "Pugili", esplode nel 2001 con "L'ultimo bacio", il secondo film di Gabriele Muccino. Altra interpretazione degna di nota, quella del medico omosessuale in "Da zero a dieci", il secondo film di Ligabue: è il 2002. Nel 2005 è nel cast del cult pluripremiato "Romanzo Criminale" di Michele Placido, a lui viene affidato il ruolo centrale del Libanese. È nel cast di "Una notte al museo", film con Ben Stiller, interpreta Cristoforo Colombo ed è in "Saturno Contro" di Ferzan Ozpetek. Torna a girare ad Hollywood per "Le cronache di Narnia – Il principe Caspian" e al fianco di Tom Hanks per "Angeli e demoni". "Baciami ancora" nel 2010, dove riprende il personaggio di Marco ne "L'ultimo bacio". "ACAB" e "Romanzo di una strage", rispettivamente di Stefano Sollima e Marco Tullio Giordana, i suoi lavori più significativi nel 2012. Ancora Hollywood nel 2013: "Rush" di Ron Howard nel ruolo di Clay Regazzoni. Nel 2014 è in "World War Z", affiancando Brad Pitt. Apre il 2019 con "I moschettieri del re", film di Giovanni Veronesi in cui Favino interpreta D'Artagnan.