Ecco, finalmente, il resoconto completo dell'intervista di Pamela Prati a Verissimo, nella puntata in onda sabato 11 maggio (ma registrata il giovedì precedente). Assenti le immagini del tanto atteso matrimonio con Marco Caltagirone, che non si è mai celebrato: presenti in studio Pamela e l'agente Eliana Michelazzo, personaggi principali di un clamoroso giallo che sta tenendo banco da settimane, chiamate a dare spiegazione di quanto successo. Ne sono scaturite liti con Silvia Toffanin, lacrime e rivelazioni su presunte minacce. La Prati ha spiegato perché sono state rimandate le nozze con il compagno la cui esistenza è tuttora messa in dubbio, smentendo anche di essere stata "plagiata" dalle agenti Michelazzo e Pamela Perricciolo in quella che è stata definita da Roberto D'Agostino "la più grande truffa del gossip":

Tutto ciò mi ha distrutta. Abbiamo deciso di rimandare le nozze perché mancano gioia e serenità. Era tutto confermato: location, chiesa, testimoni. Uno doveva essere Pingitore. L’altra, dopo l’impossibilità di Simona Ventura, ho pensato di farla fare a Pamela (Perricciolo ndr). Non riesco più a parlare. Dicono che sono stata truffata, plagiata, ma da chi? Io sono una donna di 60 anni e non vado in tv a dire bugie. Volevo condividere una gioia e invece ha portato solo dolore.

L'assenza di foto di Mark? Un malinteso

Insomma, la Prati conferma il progetto del matrimonio e l'esistenza di Caltagirone. D'altra parte, Verissimo, che avrebbe dovuto seguire in esclusiva la cerimonia, non ha mai ricevuto alcuna conferma di una data e una località precisa. "Perché avevamo cambiato location", si è giustificata la showgirl, "Ci hanno detto di no all’ultimo per tutto quello che avevano sentito. Poi abbiamo trovato un’altra location in Toscana a Prato, e doveva essere l’8 maggio". Altro mistero, la scelta di Mark di non mostrarsi in pubblico nonostante l'esclusiva di Verissimo non ponesse alcun veto (il contratto riguardava solo il matrimonio). A questo proposito, pare che ci sia stato un semplice fraintendimento.

Lui non fa parte del mondo dello spettacolo, quindi pensava di non poter farsi vedere perché avevamo un’esclusiva del matrimonio. L’ha fatto in buona fede! Le foto di Marco esistono, ma lui fin dall’inizio mi ha detto che non voleva apparire.

Caltagirone voleva apparire solo di spalle

Pamela ha inoltre parlato della controversa telefonata di Caltagirone a Live – Non è la D'Urso: Confermo che era lui che ha chiamato in diretta Barbara D’Urso”. Un perito, tuttavia, ha dichiarato che l'uomo che ha telefonato avrebbe camuffato artigianalmente la voce. Nonostante le pressioni della Toffanin, la Prati rifiutato di mostrare una foto dell'uomo: "In camerino te la faccio vedere. Se vuole venire e apparire lo deciderà lui, non verrà certo obbligato da me. Se avessi voluto divulgare le foto prima, l’avrei fatto". La conduttrice, peraltro, ha rivelato un particolare emerso durante le trattative per portare Caltagirone in trasmissione. L’entourage ha riferito che il sedicente imprenditore, essendo molto ricco, non volesse firmare nessun documento e al massimo sarebbe si sarebbe fatto inquadrare solo di spalle. Ambigua, ancora una volta, la risposta della ex star del Bagaglino:

Questa cosa non la so e non so chi l’abbia riferita sinceramente. A me non interessa, sono i media che stanno parlando e gettando fango su di me. Non ho guadagnato niente, sono stata strumentalizzata.

La fuga di Pamela Prati

Poi, il momento più caldo. Convinta a procurarsi una foto e a chiamare al telefono Marco, Pamela Prati ha lasciato lo studio, sparendo per ben mezz'ora e scatenando la reazione della Toffanin: “È tutto una barzelletta che non fa neanche più ridere”. Rientrata, la Prati ha mostrato la foto del presunto compagno solo alla conduttrice:

È un uomo di 54 anni e l’unico motivo per cui non si mostra è per una questione di riservatezza. In questo momento non c’è un’atmosfera delle migliori tra di noi. Io non ce la faccio più, perché scrivono delle cose non belle, ma è la loro versione. Non abbiamo ammazzato nessuno, solo perché non si fa vedere non vuol dire che non esista. Marco Caltagirone esiste, esistono i bambini. Sono state dette cose orrende, solo perché siamo personaggi famosi veniamo messi alla gogna: non va bene. Bisogna stare attenti, hanno ucciso alcuni artisti in passato parlandone male in questo modo.

Le minacce con l'acido

Infine, una rivelazione scioccante sulle presunte minacce che lei ed Eliana Michelazzo avrebbero ricevuto: "Mi hanno fatto trovare l’acido fuori dalla porta di casa con un biglietto orrendo. Ma è tutto nelle mani di chi di dovere. Si sta esagerando". È scoppiata in lacrime Eliana Michelazzo, presente tra il pubblico in studio: “Abbiamo paura adesso. Siamo state aggredite, con l’acido, con un biglietto di minacce con scritto ‘Al matrimonio ci arrivate a metà”. Insomma, la vicenda continua ad arricchirsi di particolari. E a chi sostiene che la Prati abbia costruito un gigantesca messa in scena per far fronte ai suoi guai finanziari, lei risponde così, promettendo che le sue nozze saranno sì celebrate, ma non pubblicamente.

Non ho nessun problema economico. Dove sta il guadagno in questa storia? Adesso basta. Mi sposerò, ma lo farò in maniera privata, visto quello che è successo. E da oggi, quello che farò saranno solo fatti miei.