Nemmeno la pandemia arresta la guerra tra Luigi Mario Favoloso e Nina Moric, ancora protagonisti con uno scontro a distanza a Live – Non è la D'Urso. Lei lo ha denunciato per violenze e ora lo accusa anche di stalking, sostenendo di aver ricevuto chiamate  e messaggi. In studio con Barbara D'Urso, Favoloso si è difeso sostenendo di averla chiamata dopo che la sua attuale compagna Elena Morali sarebbe stata a sua volta contattata da Nina e da Fabrizio Corona.

È chiaro che dopo un certo tipo di denunce l'indagine sarebbe partita. Anche Nina è iscritta nel registro degli indagati perché l'ho denunciata per diffamazione alla procura di Modena. Però io non chiamo i giornalisti per far uscire la notizia come fa lei, il suo è un colpo basso. Questa cosa dello stalking è un'altra bufala di Nina, che ha l'abitudine di raccontare delle verità parziali. Io posso anche aver chiamato Nina Moric ma c'è un motivo. Si è messa in contatto con la persona che frequento, Elena Morali. E fa una telefonata di 4 ore e mezzo parlando malissimo di me, dicendo le dice le cose più brutte che si possono dire a un uomo. Poi Elena ha avuto un'altra telefonata di Fabrizio Corona, l'ex marito di Nina, che continuava a infierire su di me, dicendo che sono un criminale, un pazzo. Io e Elena stiamo facendo la quarantena insieme. Non ho assistito perché Elena ha ricevuto le telefonate quando si poteva ancora uscire. La mia versione è documentata dai tabulati, ho anche le registrazioni di queste telefonate. Dice delle cose che non posso ripetere in televisione. L'obiettivo è quello di allontanarmi. Non è vero che mi dice "Fatti una vita", la verità è che secondo me rosica. Di conseguenza, io ho chiamato Nina, ho detto anche delle cavolate enormi. Chiunque si sarebbe arrabbiato. Ho fatto più di una telefonata, però i giorni dopo mi cercava lei. Trovavo tre chiamate perse e la richiamavo. Mi ha denunciato per stalking, ma c'erano anche le sue chiamate. Ci sono stati anche tanti messaggi che, poi, lei cancellava. Le ho chiesto più che altro: "Ok, c'è l'indagine, ma smettiamo di fare questi colpi bassi". Elena non c'entra niente in questa storia.

L'intervista a Nina Moric

Barbara D'Urso ha quindi mandato in onda un'intervista registrata a Nina Moric, che qualche giorno ha ha deciso di non usare più i social. Piangendo e tremando, una sconvolta Nina ha ribadito le accuse a Favoloso sostenendo peraltro di aver visto la sua auto sotto casa.

Ho ricevuto chiamate da un numero sconosciuto. era Favoloso. Sono rimasta bloccata per 19 secondi, non riuscivo a respirare. Ho solo sentito "Ho bisogno di parlarti", poi c'è stato un buio, ho buttato giù il telefono e sono andata in crisi. Mi sono affacciata alla finestra e c'era una Mini bianca. Lui ne ha una. Ho ricevuto un'altra chiamata da uno sconosciuto alle 4 del mattino ma non ho risposto. Poi però è successa una cosa più grave. Mi chiama ancora, butto giù il telefono, mi richiama e in questo caso lo registro. Mi dice che vuole vedermi a casa sua da sola, dopo che l'ho denunciato. Mi manda messaggi con l'indirizzo, dicendo che è a 6-7 minuti da me. Si era tatuato il mio volto sul braccio e ora l'ha trasformato nell'immagine della Santa Muerte messicana, un demone. Lui e Elena Morali l'hanno mostrato su Instagram, sono due stalker. Non è un gioco, io ho subito violenze fisiche, psicologiche, stalking, e ora mi denigra con un tatuaggio. Chiedo l'allontanamento di questa persona, parlo da vittima. Chiedo che giustizia sia fatta, per il bene di mio figlio e delle donne.

La replica di Luigi Favoloso, la frecciatina sul tatuaggio

Al rientro in studio, ancora una volta la versione di Favoloso è stata ben diversa. L'ex del Grande Fratello sostiene che quell'auto non fosse sua: "C'è stata la chiamata, ma è durata 35-40 minuti. La macchina non è mia, la mia è un modello diverso, non è bianca ma champagne. Non è quella. Ma lei lo sa, lei mente sapendo di mentire. In quella strada non ci passo, proprio perché so che potrebbe dire queste cose. Sì, è vero che le ho detto "Parliamo di persona". Anzi, lei ha voluto la videochiamata, mi ha detto "Voglio vedere la tua casa". Il tatuaggio? Se stai con una persona nuova, per rispetto,  cancelli il tatuaggio di una ex. Era più facile trasformarla in Michael Jackson perché già gli somiglia ma ho preferito fare altro. Sono sempre provocazioni. Elena è una persona dolcissima, non c'entra niente con tutto questo". Infine, Luigi Mario ha ulteriormente smentito di aver picchiato Nina, nonostante le testimonianze di alcuni amici.

Queste persone dicono la verità perché è che lei che ha detto loro di essere stata picchiata da me. Io Nina non l'ho mai toccata con un dito. Le foto dei lividi mostrano interventi di chirurgia plastica. Mi difenderò sentendo i medici, se necessario porterò tutti i medici del mondo.