La conduttrice e inviata de ‘Le Iene’ Nadia Toffa è stata l'ospite speciale di Verissimo, dopo poco più di un mese da quel 2 dicembre in cui la sua vita è stata appesa a un filo. All'improvviso il malore in un hotel di Trieste e la corsa in ospedale, una corsa contro il tempo e il meteo avverso, che impediva il suo trasferimento al San Raffaele di Milano. “Io non ho paura di niente e ho scoperto che non ho paura neppure di morire. Sono una matta, sono così sin da bambina, sono spericolata” ha dichiarato la nota giornalista, che nel frattempo sta recuperando le forze per tornare in tv.

Torno in diretta a Le Iene dall’11 febbraio. Non vedo l’ora di rivedere tutti. Mi sento un po’ in colpa perché ho fatto preoccupare tanta gente. Ora sto benissimo, meglio di prima. Sento la vita che mi scorre nelle vene. Mi sono commossa per i messaggi e le dimostrazioni d’affetto sui social. La gente ha pregato per me e questo mi ha stupita.

Cosa è accaduto davvero a Nadia Toffa.

L'unica vera grande paura di Nadia Toffa è stata quella di lasciare sola la sua famiglia e tutti gli amici che le vogliono bene: “Ho avuto solo paura per i miei genitori, le mie sorelle, i miei amici perché non erano pronti a perdermi. I miei genitori in rianimazione cercavano di darmi sicurezza, di tranquillizzarmi, ma io capivo che erano preoccupatissimi”. La Iena ha voluto anche far chiarezza su quanto realmente le sia accaduto lo scorso dicembre, visto che più volte in quei giorni c'è stato chi ha scritto che stesse lottando tra la vita e la morte

Non ho mai rischiato di morire, ma finché sei lì in rianimazione e non fanno tutti gli accertamenti, non lo sai. Su suggerimento di un mio collega ho anche pregato, ripetendo le preghiere che sapevo e mi sono ricordata.

Come sta ora Nadia Toffa.

Come sta Nadia Toffa adesso? A sentire le sue parole meglio di prima, perché questo momento difficile le ha procurato una sensazione di benessere e di attaccamento alla vita ancora più grande: “Sto benissimo, meglio di prima, perché queste cose servono a far rivalutare la vita. Un evento all’apparenza brutto, (i giornali hanno scritto che stavo addirittura morendo), invece, mi ha fatto scorrere ancora di più la vita nelle vene”. Quindi ha ribadito che davanti all'eventualità di poter perdere la vita non ha avuto paura: "Quando mi hanno detto che Maria De Filippi aveva parlato di me all'inizio di ‘Tu si que vales' ho pensato ‘Ma chi glielo ha detto'. Poi lì ho realizzato ‘Allora posso morire' ma non avevo paura. Ero più preoccupata per i miei genitori e le mie sorelle che non erano pronti a perdermi, sentivo che gli avrei rovinato la vita".

Nadia Toffa e Silvia Toffaninin foto: Nadia Toffa e Silvia Toffanin