"Mulan", il 36esimo classico d'animazione Disney, era uno dei contenuti mancanti al momento del lancio della piattaforma Disney+. Come anticipato anche da Fanpage.it, dopo solo due giorni la piattaforma si è impegnata a sbloccare diritti assegnati in precedenza ad altri network. Il prossimo classico che dovrebbe rientrare alla base è "La spada nella roccia". Attualmente, si tratta di uno dei titoli più importanti che manca all'appello e che, siamo in grado di anticipare, è già nel mirino della company.

"Mulan", il grande classico del 1998

"Mulan" uscì al cinema nel 1998, diretto da Tony Bancroft e Barry Cook. La storia si ispira all'antica leggenda cinese di Hua Mulan, la cui storia è descritta in un antico poema noto come "La ballata di Mulan". Il film in live action, invece, era previsto nelle sale cinematografiche statunitensi per il 27 marzo 2020, ma tutto è stato rinviato a causa della pandemia del Coronavirus. In Italia, il film è previsto per il 14 maggio.

Perché mancano alcuni contenuti su Disney+

Disney+, il servizio di streaming della Walt Disney Company, è attivo in Italia dal 24 marzo. Un'offerta che comprende tutto quello che è di proprietà della multinazionale, ovvero i 5 "mondi": Disney, Pixar, Marvel, Star Wars e National Geographic. Un catalogo che sarà sempre in aggiornamento e che risponda a standard minimi di qualità e sicurezza per i minori e che sia libero da diritti già assegnati. In questo caso, una volta arrivati a scadenza, i contenuti saranno disponibili sulla piattaforma. Tra i contenuti più importanti che mancano e che saranno inseriti prossimamente: "Star Wars – L'ascesa di Skywalker", "Frozen 2", "Il canto di Natale di Topolino" e "Toy Story 4". Tra i contenuti esclusivi, invece, già disponibili: la serie tv "The Mandalorian", il film in live action "Lilli e il vagabondo" e più di 500 episodi de "I Simpson".