Sono trascorse solo poche ore dalla morte di Solange, ma restano grandi dubbi sulle circostanze del decesso di Paolo Bucinelli, questo il nome all'anagrafe, trovato senza vita nella sua abitazione di Collesalvetti (Livorno), nel pomeriggio del 7 gennaio 2021. Per questa ragione stamani il pm Sabrina Carmassi ha disposto l'autopsia sul cadavere per stabilire le cause della morte di Solange.

I dubbi, nello specifico all'episodio che risale al 2 gennaio scorso, quando Bucinelli si sarebbe recato al pronto soccorso dell'ospedale di Cisanello (Pisa) e poi in seguito sarebbe tornato volontariamente a casa sua,  firmando per non essere ricoverato nella struttura.

Le ricerche degli amici, preoccupati dal suo silenzio

Al dolore delle persone a lui vicine per la scomparsa improvvisa di Solange si sono accompagnati, da subito, i dubbi rispetto alle cause del decesso. Da tempo gli amici non riuscivano a mettersi in contatto con lui. Così, sono andati a trovarlo sperando di avere sue notizie. Arrivati al suo appartamento in provincia di Livorno, hanno quindi provato ancora a telefonargli, sentendo il telefono squillare a vuoto dall'interno dell'abitazione. Allarmati, quindi, hanno prontamente contattato i soccorsi e i vigili del fuoco che, una volta fatto ingresso in casa, hanno ritrovato il sessantottenne accasciato sul divano e non hanno potuto fare altro che constatare che non c'era più niente da fare. Solange è stato ritrovato senza vita.

Vladimir Luxuria ricorda Solange

"È morto da solo",ha dichiarato a Fanpage.it Vladimir Luxuria, che aveva con Solange un rapporto di amicizia: "Nell’ultimo periodo ci eravamo sentiti di meno. Uno pensa che se l’altro non risponde al telefono lo faccia anche  perché vuole stare per i fatti suoi. Solange aveva questi sbalzi di umore e questo aveva ingannato un po’ tutti. Il fatto di non avere risposto per molto tempo, soprattutto alle persone che gli stavano vicine, ha generato allerta ed è arrivata la scoperta. È triste, soprattutto per una persona come lui che conosceva tutti ed era riconosciuta da tutti, pensare a questa morte in solitudine".