Moreno Merlo è stato tra gli ospiti della puntata di Domenica Live trasmessa l'1 dicembre. L'ex fidanzato di Paola Caruso ha replicato alle accuse della showgirl. La donna sostiene che Merlo l'abbia usata per ottenere visibilità e che abbia sfruttato questo suo momento di fragilità. Il suo ex compagno, tuttavia, racconta un'altra versione della storia. Innanzitutto ha precisato che la loro relazione non sarebbe iniziata il 18 luglio:

"Ho conosciuto Paola il 18 luglio. Lei dice che stavamo insieme da quattro mesi ma non è vero. L'ho incontrata per la prima volta il 18 luglio e di certo non mi fidanzo con una persona, la prima volta che la guardo negli occhi. Prima cerco di conoscere chi ho davanti e dopo intraprendo una relazione. La storia è cominciata dopo Ferragosto. Mi ha detto che stava tornando a Milano. Il 15 di agosto sono tornato anch'io e le ho fatto una sorpresa. Lì ci siamo messi insieme. Alla fine della fiera siamo stati insieme due mesi e mezzo e non quattro".

Le liti tra Moreno Merlo e Paola Caruso

Moreno Merlo, poi, sostiene che le liti con Paola Caruso fossero particolarmente accese. Ha raccontato quanto sarebbe accaduto la sera in cui sua madre ha voluto conoscere la showgirl: "Mia madre l'ha conosciuta perché ci teneva. Abbiamo fatto un giro, poi siamo tornati a casa e abbiamo cenato insieme. Io, poi, dovevo uscire con degli amici. Conoscevo Paola da due settimane e mezzo, potevo anche vedere altre persone. Lei ha cominciato a inveire in modo veramente brutto nei miei confronti. Mi ha detto: ‘Tu non vai da nessuna parte, non hai capito niente, io sono Paola Caruso, non devo vedere il mio fidanzato che va in giro con gli amici a Milano'. Poi mi ha detto: ‘Visto che nei prossimi giorni dobbiamo andare da Barbara (D'Urso, ndr), facciamo finta di stare insieme un paio di mesi e poi diciamo che ci siamo lasciati". Barbara D'urso ha commentato incredula: "Ma stai scherzando?". Moreno Merlo, tuttavia, ha ribadito la sua versione dei fatti:

"Mia madre, che era presente, senza dire una parola, si è messa la giacca, ha chiamato il taxi e se n'è andata. Mi ha detto: ‘Moreno vieni via insieme a me'. Ma io tenevo a Paola, poi sono cresciuto in un modo molto simile a Michelino. Porto il cognome di mio padre ma non era sempre presente. Non potrei mai approfittarmi di una donna con un bambino. Le ho detto ‘Se hai bisogno della mia figura per fare la famiglia felice dimmelo, perché io non ci sto'. Io stavo iniziando a provare un sentimento e lei mi ha detto ‘Facciamo la finta, andiamo da Barbara e poi ci lasciamo'. Sono rimasto di sasso".

 

Il referto medico sulle presunte percosse

Moreno Merlo sostiene di essere stato pesantemente insultato da Paola Caruso anche davanti alla troupe di Barbara D'Urso: "Quando si litigava, imprecava, mi augurava la morte. Abbiamo fatto una clip in piscina con la tua troupe e lei ha iniziato a imprecare contro di me. Mi diceva: ‘Non capisci niente', imprecazioni blasfeme davanti al bambino e anche al tuo staff. La tua giornalista ha tentato di spezzare una lancia in mio favore dicendo che non avevo fatto niente di male". Quindi ha raccontato cosa sarebbe accaduto durante la lite in auto di cui Paola Caruso ha parlato domenica scorsa:

"Cosa è successo quel giorno in macchina? Continuava a inveire contro di me. Una volta mi ha addirittura detto: ‘Ricordati che mio figlio è figlio di calabresi'. Lascio libera interpretazione. Martedì, dopo continui insulti ha perso la testa, mi ha tirato uno schiaffo da dietro mentre guidavo. Scendo dalla macchina, mi allontano. Lei chiama la polizia. Mi segue, le dico che non ho le chiavi di casa e mi tira altri tre schiaffi".

Quindi ha mostrato un referto rilasciato dal pronto soccorso su cui si legge "percosse da persona nota". Barbara D'Urso ha aggiunto: "Moreno ci ha mostrato una foto con dei segni di percosse in faccia". Paola Caruso è intervenuta telefonicamente e ha dichiarato che tutto ciò che ha detto Moreno Merlo sarebbe falso.