Michelle Hunziker ha rilasciato una lunga intervista a Tv, sorrisi e canzoni. La conduttrice di Striscia la Notizia ha trascorso il periodo del lockdown in famiglia. Quanto alla convivenza quotidiana con il marito Tomaso Trussardi, ha dichiarato: "Lui è molto concentrato a salvare la sua azienda. Combatte come tutti". Michelle Hunziker, poi, è tornata sulla sofferenza che le ha provocato l'accusa di aver fatto bodyshaming a Giovanna Botteri.

Michelle Hunziker e il caso Botteri

A seguito di un servizio trasmesso da Striscia la Notizia e il cui senso è stato frainteso, la conduttrice è stata vittima di pesanti insulti. Michelle Hunziker ha ribadito che il programma di Antonio Ricci non aveva alcuna intenzione di insultare Giovanna Botteri. Al contrario, voleva difenderla dalle critiche inaccettabili rivolte al suo aspetto fisico:

"Una storia surreale e vergognosa. La maggioranza di quelli che ci hanno accusato di aver offeso Giovanna, non aveva neppure visto il servizio e questo la dice lunga sulla loro malafede. Hanno montato un'indegna gazzarra su un falso. Noi prendevamo le difese della Botteri, vittima degli odiatori seriali, e loro ci hanno accusati di averla offesa".

Michelle Hunziker e Giovanna Botteri si sono chiarite

Michelle Hunziker ha dichiarato di essere stata malissimo per gli attacchi gratuiti ricevuti. Oggi riesce a guardare l'accaduto con la giusta distanza. La conduttrice e Giovanna Botteri, infatti, si sono sentite e hanno chiarito tutto. La giornalista ha negato di essersi offesa e ha detto di ritenere che la satira sia libertà. Michelle Hunziker ha concluso:

"Oggi sorrido perché con Giovanna ci siamo parlate e fatte delle belle risate. È una battaglia vinta, ma non è stato piacevole. Perché per quel servizio hanno attaccato Striscia, me e mia figlia insultandoci pesantemente. Alla fine è bastato che Giovanna Botteri avesse modo di vedere personalmente il video per smentire lei stessa la fake news che aveva scatenato le ire e gli insulti di giornalisti, commentatori e tanti leoni da tastiera. L'assurdo è che per difendere una donna, che oltretutto non ha mai voluto essere difesa, ne hanno massacrata un'altra e la sua famiglia. Io, che ho la pellaccia dura, sono stata malissimo due giorni".

Michelle Hunziker e l'avvocato Giulia Bongiorno stanno valutando di proporre un disegno di legge per mettere un filtro agli insulti.