Con la puntata di lunedì 20 luglio, termina la stagione in corso di Made in Sud. Stefano De Martino, al momento senza una nuova collocazione in Rai, saluta gli spettatori dello show insieme alla collega Fatima Trotta, in attesa che sia confermata e collocata la prossima edizione. Ma l’occasione è ghiotta per il comico Peppe Iodice, che ha tenuto banco nell’ultimo mese con le battute sulla rottura tra il conduttore e l’ex moglie Belén Rodriguez, per salutare il pubblico con l’ultimo sketch dedicato all’interessante affaire gentilmente concesso dalla sempreverde e inscindibile coppia dello spettacolo.

La battuta sul ritorno di fiamma con Emma Marrone

Si riallaccia alle ultime vicende di costume la prima battuta del comico che fa riferimento alla notizia, mai confermata, del presunto riavvicinamento in corso tra Stefano e l’ex compagna Emma Marrone, alla quale è stato legato fino al fatale incontro con Belén. “Fratimo, ti devo parlare. È l’ultima puntata di Made in Sud, poi comincerà un’estate rovente per te. Io ho paura perché ci perdiamo di vista, tu fai le scorribande con le vrenzole sulle barche” è l’esordio non troppo delicato di Iodice di fronte al rassegnato speciale De Martino “Io ho saputo che c’è stato un ritorno di fiamma, stai ricicciando nel passato. Tutti i colori stai facendo, pure il Marrone? (il riferimento è al cognome di Emma, ndr)”. Ma Stefano nega, la risposta è quella standard: “Ma non è vero!”.

La finta telefonata di Veronica Cozzani

Poi arriva il momento clou dello sketch di Iodice che tira simpaticamente in ballo Veronica Cozzani, madre di Belén, dalla quale finge di avere ricevuto una telefonata: “Mi ha chiamato di nuovo la tua ex suocera ‘Immacolata’ Rodriguez”. “Ma cambia numero, senti a me” è stata la pronta risposta di De Martino prima di cedere ancora una volta spazio all’altro che ha continuato: “Mi ha detto testuali parole. ‘Dì al tamarro che io sono a casa sua a Milano. Ricordi il mutuo? Dove ha fatto l’inverno, faccia anche l’estate. Se ne torni a casa della madre a Torre Annunziata, tra i tamarri come lui’”. Fine intervento. Sipario. In attesa della prossima edizione.