Intervistato dal settimanale DiPiù, Maurizio Ferrini ricorda il periodo più difficile della sua vita. Tornato in tv da qualche tempo, il celebre comico degli anni 90 ha affrontato anni complessi, caratterizzati dalla mancanza di lavoro e di risorse economiche che gli permettessero di mantenersi. Oggi è uscito da quel baratro ma non dimentica un tunnel buio percorso:

Giravo su una Bmw superlusso, avevo una moto che neanche Valentino Rossi si sognava e non c’era verso di entrare in una boutique senza che mi chiedessero l’autografo, regalandomi di tutto. E adesso invece guardi un po’ come mi sono ridotto. Ho detto qualche ”no” di troppo a persone influenti nel mondo dello spettacolo e queste cose si pagano caro.

Soldi spesi in viaggi e libri, nessun vizio da star

Ferrini ricorda il modo in cui ha speso i soldi, tanti, guadagnati. Nessun vizio, specifica, solo spese lecite condotte in maniera non oculata: “Ho guadagnato tanto ma ho speso di più: soprattutto in viaggi e libri, tanti libri, niente vizi e stravizi da star, sia ben chiaro. Così, a un certo punto, i soldi sono finiti e, non avendo più entrate, per tirare avanti ho dovuto vendere tutto, chiedendo aiuto alle poche persone fidate che mi erano rimaste. Facevo la spesa al discount, cercando prodotti a basso prezzo: di solito avevo in tasca solo monetine e a volte, per non fare la figura di quello che snocciola sul banco gli spiccioli a uno a uno, andavo al distributore per chiedere se me li cambiava in dieci euro di carta”.

La partecipazione all’Isola dei famosi

A permettergli di intravedere la luce fu la partecipazione all’Isola dei famosi che gli consentì per qualche tempo di tornare a sperare: “Partii, per quelle poche settimane tornai in TV e sui giornali. Ma fu un attimo fuggente, il buio tornò quasi subito. Da allora in poi mi sono arrangiato come meglio potevo, ho vissuto ospite a casa di amici, poi con la mia fidanzata di allora in Brianza, in un modesto residence che però a un certo punto non potevamo più pagare; ci lasciammo, io finii da amici ad Ancona e infine qui a Roma”. In quel frangente, gli capitò di incontrare un amico al quale, messo da parte l’imbarazzo, Ferrini chiese aiuto:

Una volta mi hanno invitato a una festa e c'era anche un mio amico, il celebre scienziato Paolo Zamboni, quello che ha monitorato l'astronauta Samantha Cristoforetti in orbita. Mi sono avvicinato e gli ho detto senza pudore: "Paolo, ho bisogno di fare un po' di spesa". Mi ha messo in mano trecento euro, non mi sembrava vero di maneggiare banconote. Il passo successivo sarebbe stato chiedere l'elemosina per la strada.

Gli angeli che lo hanno salvato

Quel periodo terribile Ferrini lo ha superato grazie alla presenza di due persone, donne che definisce i suoi angeli. Si tratta di Eleonora Daniele, che gli ha consentito di tornare a lavorare in tv, e della sua attuale compagna Sara Guglielmi: “A un certo punto sono arrivati due angeli: Eleonora Daniele, che lei scorso ottobre mi ha chiamato nella sua trasmissione Il sabato italiano su Raiuno e Sara Guglielmi, la donna che da un anno mi sta accanto”.