Matteo Salvini è stato ospite del Maurizio Costanzo Show e ha colto l'occasione per parlare di molti aspetti della sua vita lontana dalla politica. Dall'amore per la musica, la passione per la chitarra, che ha cacciato dalla cantina da qualche mese e che non ha mai aiutato a ‘cuccare' in passato, fino al suo rapporto con il figlio Federico, grande fan di Mahmood, lì presente a stringergli la mano. Seppellite le polemiche a distanza dopo Sanremo, Salvini e il vincitore della kermesse di sono stretti la mano, e il Ministro gli ha anche chiesto un autografo per suo figlio, che ascolta sempre i suoi pezzi.

Poi è arrivato il momento di parlare della vicenda Rami e della situazione politica italiana, allorché Maurizio Costanzo gli ha chiesto cosa il popolo italiano avrebbe dovuto aspettarsi rispetto ai tempi per le nuove elezioni: "Fra tanto tempo. Tutti mi vogliono far litigare ma io sono in modalità zen, ormai non mi arrabbio più quando mi attaccano. Non mi fanno arrabbiare neanche Roberto Saviano, Laura Boldrini, Gad Lerner, Michele Santoro, Fabio Fazio. Mangio pane e nutella e chi se ne frega".

Grande accoglienza in teatro, il pubblico ha iniziato ad applaudire fragorosamente e Costanzo ha alzato le mani, dissociandosi da quanto detto: "Non mi unisco a questo applauso contro Fabio Fazio e gli altri nominati". Secco Salvini in risposta, con un sorriso molto sereno e una risposta apparentemente conciliante: "Io non ho nulla contro Fabio Fazio. Guadagna quattro milioni di euro all'anno per fare campagna elettorale. Non è un mio problema. Non lo invidio, gli auguro buona fortuna".

Ma era solo il 2017 quando proprio il Ministro degli Interni twittava un'invettiva contro i compensi stellari di Fabio Fazio, chiedendo pareri e opinioni ai suoi followers: "Pare che la RAI voglia regalare a Fabio Fazio un contratto da più di 11 MILIONI di euro per quattro anni, 2.8 milioni di euro all'anno. E poi chiedono il canone ai disoccupati e ai pensionati. Per me è una vergogna, che ne dite?".