Luca e Cecilia in "Matrimonio a prima vista – Sei mesi dopo"
in foto: Luca e Cecilia in "Matrimonio a prima vista – Sei mesi dopo"

In molti ci avevano sperato nella bella favola di Matrimonio a prima vista 2019. Tutti facevano il tifo per Luca Serena, 32enne di Borgosesia (Vercelli), e Cecilia Destefanis, 32enne di Roma. Poi è cambiato tutto e dopo lo speciale Matrimonio a prima vista – Sei mesi dopo, prodotto da NonPanic Banijay. Luca ha rinunciato a continuare il percorso con Cecilia.

Entrambi hanno consegnato gli anelli alla sessuologa Nada Loffredi, pronti a divorziare. La coppia si racconta a Fanpage.it e se Luca ammette di essersi spinto troppo in là, dichiarando di voler continuare il matrimonio, Serena ammette: “Non c'è nessun rancore. Per ora non ci sentiamo, ma sicuramente ci rivedremo per firmare le carte del divorzio”.

La fine definitiva del vostro matrimonio è arrivata come una doccia fredda. Sarebbe stato meglio chiudere già prima il rapporto?
Luca: Avrei potuto dire di no, però il mio sì non era convintissimo. Ho valutato in quel momento tantissimi fattori, tra cui quello di perdere un rapporto di amicizia con Cecilia. Avevo comunque molti dubbi di fondo, le mie insicurezze c'erano e quello che provavo per lei non era al 100%.
Cecilia: È un po' il motivo per il quale io e Luca non abbiamo nessun rapporto al momento. La sincerità è alla base di qualsiasi relazione e io avrei preferito un no, per poi da lì ricominciare magari con l'amicizia. Io ho vissuto quel sì come una mancanza di sincerità, devo confessare che sono anche rimasta spiazzata perché ero pronta al rifiuto.

Cosa è successo tra voi, lontani dalle telecamere?
Luca: Il fatto di essere andato via di casa di Cecilia, non è stato un colpo di pazzia. Avevamo trascorso un paio di giorni assieme fuori Roma, poi io sono andato da lei e in quelle famose 36 ore mi sentivo a disagio, non so spiegarmi il perché. Era una situazione difficile che mi faceva star male, anche perché avevo detto di sì. Insieme abbiamo deciso che sarebbe stato meglio andassi via di casa.
Cecilia: È vero che siamo andati fuori Roma, ma non eravamo soli c'erano Marco, Fulvio e Ambra. Poi in casa da soli, abbiamo vissuto effettivamente 36 ore, tornando di fatto alla vita di tutti i giorni. È mancata la comunicazione, che non è stata sincera. Fino a quando lui ha detto quello che pensava e cioè che era meglio tornasse a casa. Senza dubbio la distanza ha contribuito a peggiorare le cose. Forse sarebbe stato diverso se avessimo vissuto nella stessa città, ci si poteva incontrare, chiacchierare di tanto in tanto e fare il punto della situazione.

Luca, durante lo speciale dei 6 mesi dopo, quando sei entrato nella stanza, hai guardato Cecilia con freddezza. Perché?
Non ero infastidito. Diciamo che dopo che sono andato via da casa sua, non ci siamo sentiti. Ho provato a cercare un punto di contatto, ma lei non era predisposta, mi rispondeva in maniera fredda. Quindi diciamo che sono entrato in quella stanza con il coltello tra i denti, non sapevo come avrebbe reagito, vedendomi. Alla fine ci siamo fatti una risata e la tensione si è sciolta.

Quando avete realizzato che c'era qualcosa che non andava?
Luca: È stata sempre una situazione di alti e bassi, c'erano momenti in cui stavo bene con lei, però nei momenti difficili non ero convinto di chiudere tutto. Mi ponevo dei dubbi, se fosse realmente la persona giusta. Poi tutto è precipitato il giorno prima della scelta finale, ero bersagliato da tante cose.
Cecilia: Il viaggio di nozze è stato quasi una favola, ma quando siamo tornati in Italia ho avvertito i primi segnali di disagio. Ho cercato di far parlare Luca il più possibile. Ammetto che abbiamo vissuto molti momenti belli sia davanti che fuori dalle telecamere. È stata la forza che mi ha spinto per vivere fino all'ultimo questa esperienza.

Qual è il vostro bilancio finale?
Luca: Sicuramente è stata l'esperienza più forte che io abbia vissuto, sino ad ora. È nata per caso per una sfida tra amici. La mia famiglia non mi ha mai appoggiato in questa scelta, si è anche visto durante le scene del matrimonio, visto che sono stati inquadrati pochissimo, non a caso. Con Nada abbiamo parlato molto e mi sono accorto che molti miei blocchi erano dovuti non solo a quel che pensavo io.
Cecilia: Assolutamente positivo, soprattutto il dopo è stato bello e formativo. Penso sia stata l'esperienza più forte della mia vita. Rivedere sullo schermo le cose più belle di te e brutte di te, provocano emozioni forti che arrivano immediatamente.

Cosa avete imparato da questa esperienza?
Luca: Dire sempre quello che provo, non tirare troppo per le lunghe le cose e poi la consapevolezza di iniziare un percorso interiore per crescere con la volontà di migliorarmi.
Cecilia: Ora mi voglio più bene, e già non è male come cosa. Mi sono capita un po' di più sia nelle cose belle che meno belle, ora mi accetto. Voglio comunque migliorare.

Vi aspettavate l'evoluzione dei rapporti di Marco e Ambra e Fulvio e Federica?
Luca: Con Marco e Fulvio ci siamo frequentati un po' dopo il programma e ne abbiamo parlato. Per quello che riguarda Federica ero sicuro che non si fossero più sentiti perché non si sono lasciati benissimo e da entrambi non c'era la volontà di sistemare le cose, né di sentirsi. Sei mesi dopo si sono dati questo bacio a sorpresa e il clima era molto più disteso. È stata la loro dimostrazione di essere persone adulte. Tra Marco e Ambra alla fine si era creata una bella amicizia, ma dopo lo speciale si sono visti e sentiti molto meno, non so per quale motivo. Marco comunque non era innamorato di Ambra, per lui era una partecipazione attiva all'esperimento.
Cecilia: Conoscendo abbastanza sia Ambra che Federica, posso dire che sono usciti degli aspetti (soprattutto di Federica) più negativi e mi è spiaciuto molto, anche leggere parole durissime sul Web nei loro confronti. Ambra veniva paragonata a Mercoledì della Famiglia Addams, quando è tutto tranne che quello. Con Marco ho stretto una bellissima amicizia. Li ho invidiati tanto Ambra e Marco nel post programma, perché si sono impegnati molto di costruire un rapporto… Poi quello che accadrà non lo so. Federica e Fulvio sono la coppia che mi è piaciuta di meno, però li ho apprezzati per l'atteggiamento della resa di entrambi, dopo una lunga guerra.

Potevate essere la seconda coppia sposata delle quattro edizioni del programma e invece…
Luca: Secondo me ‘Matrimonio a prima vista' è un esperimento molto difficile, soprattutto per il fatto di dover condividere tutto con una persona estranea. Ognuno ha i suoi tempi e le tempistiche relazionali sono diverse da persona e persona e con persona a persona.
Cecilia: I rapporti di coppia sono un mondo complicato, strano, difficile sia per le tempistiche che le dinamiche. Penso sinceramente che tra me e Luca c'erano delle cose che potevano incastrarsi molto bene. C'era talmente tanto altro che bisognava metterci dell'impegno per concretizzare il rapporto. Il programma l'ho sempre guardato da casa e quando sono stata scritta dalla mia amica, ci ho creduto veramente che potesse capitarmi una cosa bella.

Cosa non rifaresti?
Luca: L'unico rimorso è il fatto di aver detto di sì a Cecilia in quel frangente, per una questione di rispetto nei suoi confronti e anche nei miei.
Cecilia: Rifarei tutto, non ho mai finto e di questo posso andarne fiera.

Siete rimasti in contatto?
Luca:
Questo per noi è un momento di stallo, più no che sì.
Cecilia: Non so cosa potrà accadere nel tempo, potrebbe nascere una bella amicizia. Per ora siamo in rapporti abbastanza freddi, non ci sentiamo.

Come deve essere il vostro partner ideale?
Luca (Ride, ndr) Ancora devo capirlo, qualche esperienza l'ho avuta, non saprei…
Cecilia: Un uomo intelligente, ironico e soprattutto auto-ironico, sincero e maturo, che sa quel che vuole. La lista è lunga, devo continuare? (Ride, ndr).