Fulvio e Federica in "Matrimonio a prima vista – Sei mesi dopo"
in foto: Fulvio e Federica in "Matrimonio a prima vista – Sei mesi dopo"

Fulvio Amoruso, 30 anni di Castiglione della Pescaia (Grosseto), e Federica Majorano, 32 anni di Arluno (Milano), hanno formato una delle coppie più discusse e controverse della quattro edizioni dell'esperimento sociale Matrimonio a prima vista, prodotto da NonPanic Banijay. Messi insieme dalla sessuologa Nada Loffredi, dal sociologo Mario Abis e dallo psicoterapeuta di coppia Fabrizio Quattrini, sin dal primo giorno di matrimonio la scintilla non è scoccata.

Le cose poi sono peggiorate, durante il viaggio di nozze a Zanzibar, con Federica alquanto respingente nei confronti di Fulvio. I due non sono mai riusciti ad entrare in sintonia, nemmeno nelle settimane successive, fino all'ultima notte, in cui la discussione tra i due si è fatta accesa e violenta. A Fanpage.it, dopo lo speciale Matrimonio a prima vista – Sei mesi dopo la coppia si racconta tra mea culpa e ricordi. Ed entrambi ammettono che forse avrebbero dovuto giocare meglio le proprie carte.

Avete promesso che vi sareste sentiti per iniziare un'amicizia. È successo?
Federica: In realtà alla fine no. Ci sentiamo solo nel gruppo Whatsapp, in cui ci sono tutti.
Fulvio: Di base non c'è stata comunque la voglia di sentirci. Lei, del resto, ad ogni nostro invito, perché spesso facciamo delle simpatiche reunion, non viene mai e non partecipa. Quindi non si sono verificate le condizioni di un contatto.

Fulvio, perché hai baciato Federica, a sorpresa, al termine dello speciale?
Dopo tanto astio reciproco, quando ci siamo rivisti, ho capito un po' di cose e soprattutto ho ascoltato le belle parole di suo padre, della sua famiglia, nei miei confronti. Per me quella è stata una bella vittoria e soddisfazione. Quindi con quel bacio a stampo in bocca, ho voluto mettere un punto finale dolce, per farle capire che per me era chiusa la questione e che ero aperto ad un rapporto di amicizia.

Federica, i mea culpa finali erano sinceri o era solo un modo per "ripulire" la tua immagine, dopo l'ondata di critiche che hai ricevuto?
Federica: Sono stata sincera assolutamente e non mi importa di quello che ha pensato la gente. Ammettere i propri errori, credo sia una cosa che fanno poche persone.
Fulvio: Non ci ho voluto nemmeno pensare che Federica non fosse sincera, solo per ripararsi dalle critiche. Ripeto, per me le parole di stima del papà di Federica sono bastate.

Cosa vi ha portato a sposarvi con uno sconosciuto?
Fulvio: Inizialmente ammetto di averlo fatto per gioco. Ho partecipato anche con un certo scetticismo. Poi via via quando la cosa si è fatta più seria, ho iniziato a pensare per bene a questa esperienza unica che avrei fatto. Ci credevo davvero che avrei potuto incontrare un amore e provare qualcosa di forte.
Federica: Da sola ho sempre combinato casini assurdi, così ad un certo punto della mia vita ho deciso di buttarmi nelle mani di alcuni esperti. È successo un po' per gioco, non ci credevo nemmeno più di tanto. Poi quando mi ci sono trovata in mezzo, mi sono resa conto bene di quello che stava succedendo.

Ma la scienza con voi ha fallito o il fallimento della vostra relazione è stata una combinazione di fattori personali?
Federica: Non credo che gli esperti abbiano sbagliato. Vedendomi da fuori e sentendo le persone a me vicine, io e Fulvio avremmo potuto essere una coppia che poteva funzionare. Devo ammettere che io ci ho messo del mio a far sì che non funzionasse, con le mie paure. Sicuramente se fossi stata più tranquilla, forse, le cose sarebbero andate diversamente. Diciamo che ho partecipato nel momento sbagliato della mia vita.
Fulvio: Sicuramente entrambi potevamo giocarcela in mille modi diversi. La tattica che abbiamo adottato non ha permesso un avvicinamento tra noi. Forse avendo più tempo e agendo in maniera diversa, qualcosa poteva nascere. Gli esperti hanno fatto il loro lavoro. Fisicamente Federica non rientrava nei miei standard, però loro hanno visto in noi qualcosa che andasse al di là dell'aspetto estetico e noi ci siamo, purtroppo, molto basati sull'aspetto esteriore, almeno lei. Dovevamo fare quello sforzo in più per andare oltre.

Quanto il peso delle ex relazioni hanno influito sulle dinamiche del matrimonio?
Federica: Tantissimo perché ho portato con me tutti gli aspetti negativi dei miei precedenti rapporti e li ho riversati su Fulvio.
Fulvio: Ho cercato di essere sempre me stesso. Ho modificato varie volte il mio atteggiamento per conquistare Federica: sono stato dolce, simpatico, un po' prepotente. Ma l'impegno era unilaterale.

Cos'è successo l'ultima notte in cui avete avuto quella, ormai famosa, discussione violenta nel letto?
Fulvio: A tutto c'è un limite, si possono dire tante cose ma addirittura arrivare ad accusarmi, dicendo il falso, di essere un molestatore… Tra noi non c'è mai stato alcun contatto, di nessun tipo.
Federica: In quel momento le cose che ho detto, le pensavo veramente. A distanza di tempo e ragionandoci su, forse ho esagerato nei toni e nei modi. Però se tornassi indietro rifarei tutto. Era un momento, in cui non ce la facevamo più ed eravamo molto nervosi stressati.

In quattro edizioni solo una coppia è rimasta sposata. Si può parlare di fallimento della scienza?
Federica: Da una parte sono contenta perché ‘meno male che la scienza non ha funzionato!', così mi sento rassicurata sul fatto di non avercela fatta (ride, ndr). Scherzi a parte, no. Non credo sia un fallimento anche perché questa è una esperienza così difficile e complicata da affrontare che, credo sia assolutamente normale che sia resistita solo una coppia.
Fulvio: Fondamentalmente non è facile affrontare questo esperimento, specialmente in un momento storico come questo, in cui si presta più attenzione all'aspetto materiale ed estetico delle cose. Secondo me, è importante dare un po' più di tempo alle coppie per conoscersi e soprattutto i candidati devono entrare nell'ottica di avere le idee chiare di quello che stanno per affrontare. Ad esempio, secondo me, Federica avrebbe dovuto ragionare meglio, prima di partecipare al programma.

Contrattualmente eravate impossibilitati a lasciare prima il programma. Ma lo avreste fatto?
Federica: Sì. Se avessi potuto scegliere, già il giorno stesso del matrimonio sarei scappata via perché non mi sono sentita all'altezza.
Fulvio: Ho fatto un lavoro mentale per intraprendere questo percorso molto importante e poteva succedere qualsiasi cosa. Per carattere qualsiasi sfida la porto al termine, fino in fondo, a prescindere da tutto, anche prendendomi pesci in faccia. Cosa del resto che è successa. C'erano davvero dei momenti in cui non ce la facevo più, ma ho resistito.

Siete divorziati per la legge italiana. Per voi ha un peso morale questo divorzio? Potrebbe essere un problema per il vostro prossimo partner?
Fulvio: Non credo, a parte il fatto che prima di intraprendere questo percorso mi sono informato se avrei potuto lo stesso sposarmi in chiesa e infatti lo potrò fare. Del resto non credo ci saranno problemi, anche perché non è stato un vero e proprio matrimonio tra due persone che si sono volute e cercate. È stato un esperimento sociale.
Federica: Mi sono fatta questa domanda spesso e potrei mettere in conto il fatto che il mio prossimo partner potrebbe crearsi qualche problema o avere qualche dubbio. Ma cercherò di spiegare cosa è stato ‘Matrimonio a prima vista', ovvero un programma televisivo. Insomma il mio non lo vedo come un divorzio vero e proprio.

Cosa avete imparato da Matrimonio a prima vista?
Federica: Ho capito che sono esagerata, ma posso migliorare.
Fulvio: Ho imparato ad andare oltre per cercare di capire l'altra persona. Ho anche fatto i conti con i miei limiti, legati alle mie reazioni quando mi mancano di rispetto. Ho alzato la voce e sono stato brusco, non avrei dovuto farlo.

Luca e Cecilia si sono lasciati, ve lo aspettavate?
Fulvio: Avevo percepito delle paure da parte di Luca. Aveva paura di non rovinare il rapporto di amicizia con Cecilia. Ha detto un sì forzato alla fine, proprio per questo. Lei è stata l'unica tra tutti noi che ha vissuto appieno questa esperienza, come doveva essere vissuta. Si è pure un po' innamorata…
Federica: Sotto sotto, dentro di me, me lo aspettavo. Quando sono tornati dal viaggio di nozze il loro rapporto è caduto giù a picco. Cecilia lo ha percepito, non è stupida, e ha capito che c'era qualcosa che poteva non piacere a Luca, però ci ha sperato fino all'ultimo.

Consigliereste a un amico questo esperimento sociale?
Fulvio: Dovrebbero farlo tutti! (Ride, ndr) In realtà bisogna prepararsi molto bene e avere un carattere forte.
Federica: Sì perché nel bene e nel male, questa esperienza a me ha dato moltissimo.

Avete partecipato per la notorietà?
Federica: Tutti noi abbiamo partecipato sapendo di andare in tv e che in molti ci avrebbero visto o riconosciuti. Nessuno lo avrebbe fatto, se non ci fossero state le telecamere.
Fulvio: È un fattore a cui tutti abbiamo pensato, ma quando parte l'esperienza ad un certo punto ti dimentichi del resto e non ci pensi proprio alle telecamere. La notorietà va gestita, è effimera. Si può tornare adolescenti perché molte donne ti scrivono, vorrebbero incontrarti, oppure proseguire con la vita precedente con indifferenza.