Ospite della puntata di sabato 24 aprile di Verissimo: Martina Miliddi. La ballerina di Amici, più volte contestata da Alessandra Celentano, si racconta per la prima volta in tv, parlando del suo amore per la danza, delle emozioni maturate attraverso il ballo e soprattutto del rapporto con la sua famiglia, non sempre esternato nel corso della sua esperienza nel talent di Canale 5, da cui è stata eliminata nella scorsa puntata del serale.

L'amore per la danza e per Aka7even

La sua esperienza nella scuola di Amici è stata costellata da alti e bassi, portata su un palmo di mano dalla sua insegnante Lorella Cuccarini, che le ha consentito di avvicinarsi ad un genere mai esplorato prima, come il musical e in cui ha individuato una nuova forma di espressione artistica a lei congeniale. Senza dubbio, però, il suo percorso nel talent di Canale 5 le ha fatto comprendere come la danza sia la vera passione della sua vita: "Adesso sono innamorata di me, della mia vita e di quello che mi aspetta: la danza". Eppure, in questi mesi, quello per il ballo non è stato l'unico amore che le ha riempito il cuore, anzi, il legame con il giovane Aka7even è stato prorompente, ma abbandonati i primi entusiasmi, quel sentimento è andato scemando proprio all'interno della scuola: "La nostra storia si è conclusa all’interno della scuola. Non volevo che soffrisse non c’è stata soltanto un’infatuazione. Mi è rimasto accanto nei momenti brutti e in quelli belli. Oggi resta un buon rapporto, gli auguro il meglio". Sulla questione non sono mancati pettegolezzi sul fatto che il distacco dal rapper si sia verificato in seguito ad un avvicinamento al cantante Raffaele Renda, e in merito risponde: "Non mi pento di nulla. Quello che è successo lo porto con me".

 

Il ricordo del padre e il distacco da sua madre

Martina Miliddi è stata una delle ballerine più contestata di questa edizione, ma il suo trasporto per la danza deriva da un dolore più profondo, più grande come quello della perdita prematura del padre, a causa di un incidente: "Ho sempre cercato di ricordalo con la danza. Quando mi manca ballo. Da piccola mi guardava mentre danzavo con gli occhi lucidi, era fiero di me. Spero che stia guardando anche quello che sono oggi". Un legame intenso, spezzatosi troppo presto, che nulla ha a che vedere con quello che la separa da sua madre, una donna da cui al momento si sente particolarmente distante, come racconta a Silvia Toffanin: “Il nostro rapporto è in silenzio, ad oggi non vorrei facesse parte della mia vita. La mia vera madre è la mia insegnante di danza, che mi ha fatto sia da papà che da mamma”.