Mara Venier ha deciso di condurre la puntata di Domenica In nonostante fosse ingessata, a seguito della rovinosa caduta per le scale delle scorsa domenica, che le ha procurato una frattura del cuboide. La conduttrice, però, non si è persa d'animo e con la sua solito buon umore ha ben pensato di non abbandonare il pubblico a casa e di intrattenerlo anche in queste ore domenicali di giugno, dal momento che la trasmissione continuerà ad andare in onda fino a fine mese, su richiesta del direttore di Rai1, Stefano Coletta. Unici ospiti in studio della puntata sono stati Alberto Matano e J-Ax, il giornalista e il cantante non hanno resistito alla tentazione e hanno firmato il gesso della padrona di casa, che divertita ha lasciato che si sentissero liberi di creare.

Alberto Matano e la dedica sul gesso a Mara Venier

Come in ogni puntata di Domenica In non mancano le sorprese. Diversamente dalle altre puntate in cui gli incontri di Mara Venier erano sempre a distanza, tramite collegamenti con i vari artisti e ospiti della trasmissione, stavolta, invece, con grande sorpresa del pubblico gli studi Rai Fabrizio Frizzi hanno accolto ben due personaggi noti del mondo dello spettacolo, stiamo parlando di Alberto Matano e di J-Ax. Il giornalista, nonché grande amico della conduttrice veneta, dopo una lunga ed intensa chiacchierata nella quale ha parlato della sua carriera e anche del suo privato, si è congedato dicendo: "Mara, ma posso firmarti il gesso? Ecco, allora adesso scrivo W Mara, we love you. Con questo we, intendo tutti noi che ti amiamo da sempre, grazie". 

Arriva anche la dedica di J-Ax

Altro ospite della puntata è J-Ax, il rapper milanese che ha presentato anche negli studi Rai il suo ultimo singolo "Una voglia assurda", ma non è mancata una fitta chiacchierata con Mara Venier, con la quale ha affrontato alcuni argomenti piuttosto delicati come il bullismo, di cui da ragazzo è stato vittima. "È una cosa che non svanisce, ma io so che adesso quelli che facevano i bulli con me hanno una vita pessima" confida il 45enne con alle spalle oltre vent'anni di carriera. Non poteva mancare anche la sua di dedica sul gesso della Zia Mara, e infatti, con un pennarello rosso, per distinguerla da quella precedente scrive: "Non importa quanto cadi, ma come ti rialzi". Insomma, non c'è nessuno che non ami Mara Venier e non esita a dimostrarglielo anche scrivendole sul gesso.