Mara Venier apre la puntata del 7 giugno 2020 aggiornando sulla sua condizione presentandosi in studio con un vistoso gesso al piede sinistro. Come è noto, nella puntata della settimana scorsa, nello scendere le scale di corse è caduta fratturandosi il piede sinistro: "Mi sò trovata a terra, ho battuto pure la capoccia però non mi sò fatta niente lì". Aprendo la puntata dedicando a tutte le donne una poesia di Alda Merini, "Sorridi donna", Mara Venier spiega perché ha deciso di continuare ad andare in onda: "Questi mesi in questo periodo difficile li abbiamo passati insieme. E io ho deciso di andare avanti con il coronavirus e mi sembrava brutto mollare proprio adesso. Voglio continuare con il sorriso perché questa Domenica In è entrata nella storia". 

Subito dopo sono andata a farmi vedere ed effettivamente la frattura c'è. Una bella frattura al cuboide, non sapevo manco che c'era sto osso. Volevo ringraziare il Concordia Hospital e il dottor Giovanni Di Giacomo, ai colleghi che m'hanno telefonato e a tutti voi che mi avete scritto. Qualcuno mi diceva fermati, ma io ho deciso di andare avanti e vi spiego anche perché. Questi mesi in questo periodo difficile li abbiamo passati insieme. E io ho deciso di andare avanti con il coronavirus e mi sembrava brutto mollare proprio adesso. Voglio continuare con il sorriso perché questa Domenica In è entrata nella storia.

La frattura di Mara Venier al cuboide

Mara Venier ha anche specificato la tipologia di frattura: si è rotta l'osso cuboide o semplicemente cuboide. Ma che cos'è il cuboide? È un osso breve del tarso, detto così perché di forma pressoché cubica. Si trova nella parte esterna del piede, davanti al calcagno e lateralmente allo scafoide. La faccia superiore di questo osso è rugosa e non articolare. La superficie posteriore corrisponde all'omologa faccia del calcagno.