L'intervista a Pamela Prati, fatta nel corso dell'ultima puntata di ‘Domenica in', è stata oggetto di svariate polemiche sul web, che inevitabilmente hanno coinvolto anche la conduttrice del contenitore domenicale. A fare chiarezza sulla questione è proprio Mara Venier, attraverso un commento su Instagram dato in risposta a coloro che, insistentemente, si sono trovati a chiederle il perché di questa ospitata e soprattutto la somma percepita dalla showgirl, dopo il cosiddetto "Prati Gate" dello scorso anno.

Il chiarimento di Mara Venier

La domanda che ha tormentato la Venier nelle ultime ore e che molti italiani si sono posti, in seguito all'inattesa ospitata di Pamela Prati in studio, ha toccato un argomento molto delicato, soprattutto in questo periodo di crisi, ovvero se la showgirl avesse percepito un cachet o meno. La risposta è arrivata quasi nell'immediato e in un commento la conduttrice ha scritto: "Non è stata pagata!!". Una magra consolazione per coloro che hanno mal tollerato la presenza del volto tv in una vetrina così importante come Domenica In, tanto è vero che ne hanno risentito sensibilmente anche gli ascolti: le persone hanno preferito cambiare canale.

La questione sollevata da Michele Anzaldi

L'arrivo di Pamela Prati nello studio dello show domenicale di Rai1, invitata per parlare del suo libro, non è stato gradito da molti telespettatori, ancora scottati dall'incredibile circo mediatico nato attorno alla figura della ex diva del Bagaglino e il suo presunto fidanzato, tale Mark Caltagirone, partito proprio dalla fatidica ospitata nel salotto di Mara Venier  un anno fa. Chi non ha perso tempo nel dimostrare il suo disappunto per questa scelta, è stato il segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi, che su Facebook commentava in questi termini l'intervista:

Inspiegabile la decisione di Rai1 di richiamare Pamela Prati a ‘Domenica In', dopo l'ospitata-truffa dello scorso anno sul finto matrimonio rivelatosi una bufala (e persino pagata 3mila euro), e addirittura la scelta di promuoverle il nuovo libro. Per la Rai il caso Prati, è bene ricordarlo, fu un danno d'immagine e di credibilità incalcolabile scoprire che fosse tutta una enorme fake news. Come è possibile che il servizio pubblico si sia prestato a darle ancora visibilità persino sul libro? A prescindere dal compenso, il ritorno di immagine per la Prati, andare in onda sulla prima rete Rai, è ben più prezioso del semplice cachet, che almeno speriamo non sia stato corrisposto questa volta.