Il ritorno di Lorella Cuccarini in Rai, con l'appuntamento quotidiano de La vita in diretta, ha già sollevato non poche polemiche, a partire da un tweet al veleno arrivato dall'ormai "nemica giurata" Heather Parisi. Se quest'ultima ha imputato alle note dichiarazioni sovraniste della collega lo sbarco nel programma quotidiano di Rai1, la Cuccarini (già protagonista in passato di bagarre social con Heather) stavolta ha lasciato correre e non ha replicato. La conduttrice si è limitata a commentare così all’evento di presentazione dei palinsesti Rai, a chi le ha chiesto se le pesi legare il suo nome a una Rai leghista o sovranista:

Dopo 35 anni di carriera credo che questo parli da sé. Sono una persona indipendente che non ha mai chiesto nulla nella vita e quello che ho fatto l’ho fatto perché ho lavorato sodo e ho incontrato persone che hanno creduto in me. Per il resto sono una persona che ama dire le cose che pensa come ogni cittadino ma sono molto lontana dalla politica, me lo avevano pure chiesto tantissimi anni fa ma non ne ho mai voluto sapere.

Le dichiarazioni di Lorella Cuccarini che fecero discutere

L'intera polemica sulla conduttrice "più amata dagli italiani" era scaturita da una serie di dichiarazioni rilasciate a gennaio in cui si era detta pro-governo e anti-europeista: "Ha fatto più cose di sinistra questo governo di quelli precedenti. Io vorrei che i miei figli fossero liberi di scegliere se andare fuori o rimanere in un Paese che offra loro delle possibilità. Invece qui non riesci a fare nulla, siamo in austerity, abbiamo un tasso di disoccupazione altissimo, 5 milioni di poveri. E mi dite che bloccare l’immigrazione è di destra? È sacrosanto". Più avanti, aveva invitato l'opinione pubblica a non strumentalizzare le sue parole, bocciando l'etichetta di sovranista.

Il tweet di Heater Parisi

Tali dichiarazioni, tuttavia, hanno scatenato una querelle infinita con la Parisi, con cui già non correva buon sangue dai tempi di "Nemicamatissima". La notizia dell'approdo di Lorella a La vita in diretta con Alberto Matano ha scatenato la reazione della ballerina americana, che ha scritto un tweet al veleno: "Non scherziamo! Per avere la conduzione di un programma sulla TV pubblica italiana non bastano un paio di dichiarazioni sovraniste. Però, di questi tempi, aiutano. Molto". Per sapere come la pensa il pubblico a riguardo, non resta che attendere gli ascolti del programma, da settembre.