Chiuso il Festival di Sanremo 2019, il palinsesto torna alla "normalità" con i classici programmi tv, a partire dall'Isola dei Famosi che per la seconda volta è andata in onda di domenica (proprio per non scontrarsi con la kermesse musicale). La quarta puntata di un'edizione particolarmente deludente dal punto di vista dell'Auditel ha registrato un ulteriore crollo degli ascolti, con 2,4 milioni di spettatori, doppiati da Che tempo che fa.

Gli ascolti di domenica 10 febbraio

Lo show di Fabio Fazio in onda su Rai 1 ha visto tra i suoi ospiti Virginia Raffaele, il vincitore del Festival di Sanremo Mahmood, Roberto Saviano e il cast de Il Commissario Montalbano, che riparte stasera con la nuova stagione. Ne è conseguito un grande risultato, con 4.764.000 telespettatori e uno share del 18.5% (con 2.606.000 spettatori nella seconda parte dedicata al Tavolo). Su Canale 5 L'Isola dei Famosi si deve accontentare di 2.399.000 spettatori pari al 13.8% di share, un calo rispetto alla puntata precedente: ad oggi, il risultato più basso dell'edizione. Il reality fa leggermente peggio anche di The Good Doctor, che in prima tv su Rai2 ha totalizzato 2.400.000 telespettatori, con share del 9.6% (qui le anticipazioni della prossima puntata). Su Italia 1 Le Iene Show ha registrato 1.708.000 telespettatori, con 9.8% di share. Su La7 Non è l'Arena è stato scelto da 1.550.000 spettatori (6.1%). Su Rai 3 Le Ragazze ha registrato 1.164.000 telespettatori (4.6%). Su Rete 4 Il film Robin Hood ha registrato 1.007.000 telespettatori (4.9%). Su Tv8 Bruno Barbieri – 4 Hotel è stata visto da  430.000 telespettatori (1,9%). Su Nove Camionisti in trattoria ha registrato 341.000 telespettatori (1,4%).

L'Isola dei Famosi cambia giorno, in onda il mercoledì

Segnaliamo infine l'ennesimo spostamento dell'Isola dei Famosi, che questa settimana andrà in onda mercoledì 13 febbraio. Vista la concorrenza al giovedì di Che Dio ci aiuti, è probabile che d'ora in avanti il reality vada in onda al mercoledì, serata tradizionalmente tranquilla e priva ci concorrenti forti.