Il caso mediatico degli ultimi giorni è LOL – Chi ride è fuori, primo show comico targato Amazon prime Video che ha debuttato il 1 aprile sulla piattaforma, con la conduzione di Fedez e Mara Maionchi e dieci comici impegnati a non ridere, pena l'eliminazione dal gioco. Grande è stato l'entusiasmo di molti, soprattutto perché LOL ha rispolverato alcuni volti storici della comicità italiana, restituendoli in una nuova luce.

Il tormentone di Posaman

Tra questi c'è sicuramente Lillo, al secolo Pasquale Petrolo, unanimamente ritenuto una delle rivelazioni del format che ha debuttato in questi giorni sulla piattaforma video di Amazon, grazie soprattutto al tormentone del personaggio di Posaman. Un successo che la Rai sembra voler intercettare, approfittando di una coincidenza, con la presenza di Lillo a I Soliti Ignoti nella puntata del 7 aprile. Come fa notare BubinoBlog, infatti, Lillo sarà concorrente del gioco condotto da Amadeus per pubblicizzare la messa in onda del film in prima serata Modalità Aereo, di cui è protagonista.

Il dibattito su LOL – Chi ride è fuori

Al netto della strategia di Rai1, che con oltre alle fiction in prima serata pubblicizza con scaltrezza anche la messa in onda dei film in prima serata, è interessante l'incontro casuale tra Tv tradizionale e universo delle piattaforme streaming, grazie all'improvviso caso mediatico nato attorno a LOL – Chi ride è fuori. Il format di Amazon, partito con altre versioni internazionali in diversi paesi, ha diviso l'opinione pubblica qui in Italia rispetto al gradimento verso il programma. Lo show condotto da Fedez e Maionchi ha spalancato un fronte di discussione interessante su cosa faccia ridere e cosa no. Tutto questo al netto di una prima stagione che non si è ancora conclusa, con gli ultimi episodi che decreteranno il vincitore di questa edizione disponibili su Amazon Prime Video a partire dall'8 aprile.