Al Grande Fratello Vip Licia Nunez si è aperta su un episodio particolarmente drammatico sulla sua vita privata: la morte del padre, che non è riuscita a salutare un'ultima volta. In questi giorni di vita isolata all'interno della Casa, l'attrice di Vivere ha tempo per riflettere su se stessa come mai prima d'ora: "Non mi sono mai fermata, per non pensare a tante cose. Fino a quando non mi ritrovo qui". Tra i fatti più tristi del suo passato, c'è stata proprio la morte del papà, come ha spiegato a Patrick Pugliese:

Ho saputo da una zia che mio padre in punto di morte ha chiesto di parlarmi. Non sono arrivata in tempo. Se potessi tornare indietro prenderei il primo treno e andrei lì in ospedale, e sentirei le sue ultime parole. Questo sì.

L'adolescenza difficile di Licia Nunez

Licia e il papà avevano un rapporto piuttosto difficile e l'adolescenza è stata per lei decisamente turbolenta, segnata da un abbandono scolastico e dalle liti dei genitori. Lasciò la Puglia e la sua famiglia ancora molto giovane, vivendo sempre intensamente nonostante il senso di colpa nei confronti della mamma.

Non ho mai voluto fermarmi per i sensi di colpa nei confronti di mia madre, per essermene andata molto presto da casa mia… Sono andata via giovane, a 22 anni, però ho avuto un’adolescenza molto travagliata perché a 16 anni ho lasciato il liceo di mia scelta. Ho abbandonato gli studi. Ero una secchiona. Non prendevo la borsa di studio per poco, perché studiavo, ma la condotta non era eccellente. Ero molto irrequieta. Così in terza liceo ho abbandonato gli studi per andare a lavorare. Non volevo più stare a casa, l’aria era molto pesante, i miei litigavano. Non riuscivo a concentrarmi. Ho avuto proprio una sorta di crisi esistenziale… Sono andata a lavorare con grande dispiacere di mia mamma. Per un anno ho fatto la commessa, poi un bel giorno ho visto mia madre che stava veramente male, soffriva molto, e le dico ‘Ho bisogno di fare un’esperienza fuori. Non riesco a stare qui a Barletta, voglio andare a Milano’. E lei mi ha detto ‘Ti chiedo solo una cosa: almeno il diploma. E io ho detto ‘Va bene’. Ho fatto due anni in uno all'istituto tecnico commerciale e poi il quinto anno e mi sono diplomata. Poi sono andata via, prima tappa a Milano e poi a Roma (video completo).

Chi è Licia Nunez

Licia ha spiegato di essersi trasferita all'inizio del 2001 a Milano e poi a Roma nel settembre di quell'anno. Dopo gli inizi come modella e nel mondo pubblicitario, ha esordito al cinema in "Alla fine della notte". Ha lavorato nella fiction "Incantesimo" e ha guadagnato popolarità con il personaggio della cattiva Barbara Ponti in "Vivere". Ha condotto al fianco di Marco Mazzocchi il programma sportivo Notti mondiali e ha partecipato alla quinta edizione di Ballando con le stelle. In "Le tre rose di Eva" ha il ruolo di Elena Monforte.