582 CONDIVISIONI
Grande Fratello Vip 2021/2022
2 Ottobre 2021
00:23

Le sorelle Selassié: “Siamo vere principesse. Nostro padre in carcere? Non ci vergogniamo di lui”

Jessica, Clarissa e Lulù Hailé Selassié hanno commentato le notizie secondo le quali il loro padre sarebbe in carcere per truffa e non sarebbe discendente dell’imperatore di Etiopia ma il figlio del giardiniere del palazzo. Nel corso della sesta puntata del Grande Fratello Vip hanno difeso a spada tratta il sessantacinquenne e hanno spiegato nei dettagli come si sarebbe diffusa l’errata indiscrezione che mette in dubbio la loro discendenza reale.
A cura di Daniela Seclì
582 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Grande Fratello Vip 2021/2022
 

Nella puntata del Grande Fratello Vip 2021, trasmessa venerdì 1 ottobre, è stato concesso ampio spazio alle notizie che in questi giorni hanno visto protagoniste le sorelle Jessica, Clarissa e Lulù Hailé Selassié. Il padre delle tre concorrenti sarebbe in carcere per truffa. Inoltre, non sarebbe un discendente dell'imperatore di Etiopia. Poco prima della diretta, sono state convocate in confessionale. Sui profili ufficiali del reality condotto da Alfonso Signorini è apparso un post che annunciava: "Le sorelle Selassié stanno ricevendo informazioni su importanti questioni familiari". In diretta, è stata fatta chiarezza.

Lulù, Clarissa e Jessica difendono il padre

In giornata, le sorelle hanno ricevuto una visita dai familiari che le hanno messe al corrente di quanto sta accadendo fuori dalla casa e delle notizie relative al padre. Durante la diretta, Jessica ha commentato anche a nome delle sorelle, la notizia del presunto arresto del padre:

"Lo sapevamo già, non è una notizia nuova. Noi non abbiamo vergogna, amiamo nostro padre e siamo fiere di lui. Siamo venute qui per tenere alto il suo nome. Non abbiamo problemi a condividere questa cosa con gli altri inquilini della casa. Perché non ve l'abbiamo detto prima? Perché lui è una persona, mentre noi siamo tre individui separati, non ce la sentivamo di condividere un nostro dolore, perché magari nessuno lo avrebbe scoperto. Però, nostro padre ci aveva avvertito che poteva succedere. Noi sappiamo la verità e non ci vergogniamo di nostro padre".

Quindi hanno tracciato un suo ritratto: "È dolce, generoso, gentile, si toglie delle cose lui per aiutare chi ha bisogno. La giustizia dovrà dimostrare tutto, ma noi amiamo nostro padre, ci ha cresciuto con la mamma. Li stimiamo, sono la nostra vita. Senza di loro non saremmo qui".

Confermano di essere principesse

In un secondo momento, le tre giovani sono state chiamate a rispondere ad un'altra accusa, ossia a quella di non essere vere principesse ma figlie di un giardiniere che lavorava a palazzo. Jessica ha spiegato da dove sarebbe nata questa errata convinzione:

"Se non fossimo principesse non saremmo venute qui a sput**narci, non sarebbe stato intelligente da fare. 47 anni fa, c'è stata una rivoluzione che ha spodestato il nostro bisnonno e che ha portato tanto dolore alla nostra famiglia. Fratelli di mio padre, sue zie, cugini e cugine non hanno fatto in tempo a scappare, come ha fatto mio padre. Molte persone della nostra famiglia hanno subito violenze, torture, il carcere, perché appartenevano alla famiglia Haile Selassie. Mio padre è scappato perché una persona l'ha aiutato. Arrivato in Italia, 47 anni fa, ha cambiato nome per salvarsi la vita (e questo spiega perché risulterebbe anche con il nome di Giulio Bissiri, ndr). È andato a Londra dove c'era suo zio, ha recuperato i contatti con alcuni membri della famiglia, sparsi in giro per il mondo. Noi siamo tranquille, sappiamo chi siamo e non ci vergogniamo".

Quindi, Jessica ha fatto chiarezza su come è spuntata l'indiscrezione secondo la quale suo padre sarebbe il figlio del giardiniere del palazzo: "A palazzo c'era un giardiniere ed è l'uomo che ha portato mio padre in Italia per salvarlo". Infine, ha letto un comunicato da parte della sua famiglia che etichetta come "illazioni" le indiscrezioni che rifiutano la loro reale discendenza.

 

Le indiscrezioni circolate sul padre delle sorelle Hailé Selassie

Jessica, Clarissa e Lulù si sono presentate come le nipoti dell'ultimo imperatore di Etiopia. Il loro padre è Aklile Berhan Makonnen Hailé Selassié. Il settimanale Oggi, tuttavia, in queste ore ha insinuato che quello non sarebbe il vero nome del sessantacinquenne, che si chiamerebbe Giulio Bissiri e sarebbe il figlio del giardiniere che prestava servizio presso la famiglia Hailé Selassié. Attualmente, sempre secondo quanto sostiene il settimanale, l'uomo si troverebbe in carcere a Lugano per una truffa da 10 milioni di franchi.

582 CONDIVISIONI
572 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni