Nonostante l'emergenza Covid, il divieto di assembramenti e le misure che hanno pesantemente ridotto gli eventi, sembra che Rai1 non farà a meno dell'evento di Capodanno, lo show musicale L'anno che verrà che ogni 31 dicembre tiene compagnia agli spettatori. La conferma arriva dal comune di Terni: sarà infatti la città umbra la location scelta per il programma ancora una volta condotto da Amadeus. Più precisamente, la serata si svolgerà in un capannone (il Parco 4) dell’Ast  – Acciai Speciali Terni.

Il capodanno a casa degli italiani

Ovviamente, non potrà essere un evento come quello degli altri anni, capace di radunare una folla enorme per assistere alle esibizioni live. Pertanto, c'è da attendersi un'edizione diversa e in sicurezza, che potrebbe peraltro registrare un boom di ascolti anche superiore alle media di 5 milioni del passato, se – com'è probabile – quest'anno gli italiani saranno costretti a festeggiare nelle proprie case. La Regione Umbria ha stanziato 500mila euro, mentre sono 150mila quelli messi a disposizione dal Comune di Terni, per cui si tratta di "un’opportunità per la forte visibilità offerta alla nostra città, proponendo una serie di iniziative, che andranno in onda nel contesto della trasmissione, sia nella sera di messa in onda dello show, il 31 dicembre 2020, che nei 20 giorni precedenti la messa in onda durante i quali la Rai promuoverà il suo programma e, di conseguenza, il nostro territorio; la realizzazione del programma avrà effetti economico-finanziari, sia diretti che indiretti, positivi sul territorio". 

Anticipazioni L'anno che verrà

L'anno che verrà va in onda a Capodanno dal 2003 e ha visto come location Rimini, Courmayeur, Matera, Potenza, Maratea, e di nuovo Matera e poi Potenza. Dunque, l'evento trasloca in Umbria dopo cinque edizioni in Basilicata. La conduzione di Amadeus è confermata, con la messa in onda su Rai 1 e Rai Radio 1, oltre che in mondovisione. Nel cast, dovrebbero esserci tra gli altri Ermal Meta, Bugo, Pinguini Tattici Nucleari, Piero Pelù, Red Canzian, Orietta Berti, Rita Pavone, Nino Frassica, Diodato, Annalisa, Ron, Loretta Goggi e Elodie.