È arrivato il nuovo docu-reality di Rai2, in un solco che si inserisce nello stesso target de Il Collegio. È La Caserma: da mercoledì 27 gennaio, ventuno ragazzi e ragazze in età compresa dai diciotto ai ventitré anni affrontano un'avventura abbandonando le comodità della propria famiglia, lasciando cellulari e internet e cercando di imparare qualcosa da questa esperienza. Sono state rese note quelle che sono le regole che dovranno affrontare nella caserma di montagna, a Levico in provincia di Trento. Tra le regole da rispettare, ci sono tutte quelle che regolano e disciplinano l'esercito come svegliarsi al suono della tromba e andare a dormire al suono del silenzio, fare il ‘cubo' per riordinare il letto, chiedere il permesso prima di parlare e tenere i capelli in modo adeguato rispetto al contesto. Vediamole tutte in un comodo elenco.

Le regole da rispettare nella caserma

  1. Svegliarsi subito al suono della tromba
  2. Andare a dormire al suono “del silenzio” alle 23
  3. Svolgere al mattino il “cubo”, un sistema per riordinare il letto
  4. Alzabandiera con inno nazionale
  5. Le comunicazioni ufficiali vengono fatte in adunata con i ragazzi in plotone
  6. Rivolgersi sempre agli istruttori con “comandi recluta nome cognome”
  7. Chiedere sempre il permesso di parlare davanti agli istruttori
  8. Ruolo del piantone in divisa e con massima serietà
  9. Spogliarsi degli abiti civili e indossare correttamente la divisa
  10. Rispettare la divisa
  11. I ragazzi devono sottoporsi al taglio di capelli per adeguarsi al contesto
  12. Le ragazze devono raccogliere i capelli con uno chignon basso che non risulti più grande di un’arancia
  13. Svolgere il servizio mensa (a turno due alla volta)
  14. Svolgere le pulizie delle camerate e dei bagni
  15. Regola fondamentale è che bisogna rispettare tutte le… regole!

Il nuovo format di Rai2

È un format che inserisce le dinamiche della disciplina militare all'interno di questsa narrazione, tra duri addestramenti, percorsi ginnici, corse zavorrate, camouflage, escursioni in esterna, e poi suggestive arrampicate e spettacolari traversate di un ponte tibetano. In trenta giorni, i concorrenti supereranno i loro limiti, dimostreranno di essere in grado di saper maturare, attraverso la formazione di un gruppo unito, solido: crescere, diventare adulti ed essere una squadra.