Gessica Notaro canta “La faccia e il cuore” a Sanremo 2020. L’ex Miss Romagna che nel 2017 fu sfregiata con l’acido dal fidanzato Edson Tavares, condannato a 15 anni di carcere per quel gesto vile che ha provato, senza riuscirci, a cancellare la bellezza di una donna coraggiosa. Una donna che ha rimesso insieme i pezzi e ne ha fatto un simbolo, quello della lotta alla violenza sulle donne. Gessica è salita sul palco dell’Ariston insieme all’amico Antonio Maggio, vincitore di Sanremo nel 2013 per le Nuove Proposte. Insieme a Ermal Meta, Antonio ha raccontato la storia di Gessica e ne ha fatto una canzone. “Potevi sciogliermi i dubbi o i capelli per sentirmi più bella. Invece mi hai sciolto il sorriso ma io ho quello di riserva” recita il testo, un messaggio potente, una storia di rinascita.

Amadeus ha voluto Gessica Notaro a Sanremo 2020

È stato Amadeus a volere Gessica Notaro sul palco della prima serata di Sanremo 2020. Accanto a lei sul palco, ha spiegato di averla contattata mesi fa perché partecipasse alla settantesima edizione del Festival con una canzone che spera diventi un manifesto. Così il conduttore ha introdotto l’ex Miss Romagna sul palco: “Ne 2017 c’è stato un fatto di cronaca che ci ha turbato. Gessica Notaro subisce l’aggressione dal suo ex fidanzato che le getta dell’acido in faccia, il gesto più vigliacco che si possa fare. Gessica non si è arresa. Amava cantare, ha dovuto interrompere per qualche tempo ma poi ha deciso di continuare”.

Antonio Maggio canta “La faccia e il cuore” con Gessica Notaro

Quindi ha raccontato com’è nata la collaborazione tra Gessica e Antonio Maggio: “Nel 2013 un ragazzo talentuoso che si chiama Antonio Maggio ha vinto il Festival di Sanremo. È un amico fraterno di Gessica Notaro”. Proprio Antonio, che ha scritto la canzone con Ermal Meta, ha raccontato com’è nata l’idea del brano: “La storia di questa canzone nasce dall’amicizia. L’amicizia con Gessica e con Ermal Meta con cui ho scritto questa canzone. Abbiamo deciso di provare a raccontare la sua storia con una canzone che è anche la storia di tutte le donne che subiscono violenze”. Ha concluso Amadeus: “Li ho chiamati già diversi mesi fa, la loro canzone è bellissima. Vorrei che questo diventasse un manifesto contro la violenza sulle donne”.