7.903 CONDIVISIONI
15 Novembre 2021
12:38

La camera ardente di Giampiero Galeazzi, sulla bara la maglia della Lazio: foto e video

Il feretro di Giampiero Galeazzi è arrivato nella camera ardente allestita in Campidoglio con la maglia della Lazio poggiata sul coperchio. Nel pomeriggio si svolgeranno i funerali in forma strettamente privata, alla presenza della moglie Laura e dei figli Gianluca e Susanna.
A cura di Gaia Martino
7.903 CONDIVISIONI

Questo pomeriggio, alle ore 15, ci saranno i funerali di Giampiero Galeazzi, l'amato telecronista sportivo, conduttore televisivo e giornalista che lo scorso 12 novembre è morto all'età di 75 anni. Soffriva da molto tempo di una grave forma di diabete ed era bloccato sulla sedia a rotelle dopo un'operazione al ginocchio sinistro. I funerali si svolgeranno in forma strettamente privata alla presenza di sua moglie Laura e dei figli Gianluca e Susanna. Per permettere anche alla città di Roma e a chi l'ha seguito nel corso della brillante carriera di giornalista sportivo di dargli un ultimo addio è  stata aperta la camera ardente in Campidoglio, dove poche ore fa è arrivato il feretro di Giampiero Galeazzi per essere collocato nella Sala della Protomoteca. Sarà possibile accedervi dalle ore 11.30 alle ore 18.00, Fanpage.it è sul posto per raccogliere ricordi e testimonianze di chi lo ha amato come uomo e come professionista della cronaca sportiva. Tra i primi ad arrivare anche il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri.

La moglie Laura e i figli Gianluca e Susanna.
La moglie Laura e i figli Gianluca e Susanna.

Il ricordo di Amedeo Goria

Grande affluenza di cittadini, colleghi ed amici per dare l'ultimo saluto al noto cronista Rai. Amedeo Goria, intervistato da Fanpage.it:

"Il primo a stupirsi del tanto affetto che ha suscitato sarebbe proprio lui. Era un modesto e direbbe ‘Non me lo merito tutto questo'. Lo merita perché gli abbiamo voluto bene, è stato un tramite tra i campioni dello sport, i grandi eventi e la gente. Si è inventato un linguaggio suo fatto di simpatia e competenza. È stato il primo a irrompere negli spogliatoi e nessuno gli diceva di no, perché era lui, era Bisteccone"

La morte di Giampiero Galeazzi

Il mondo dello sport dallo scorso 12 novembre piange la scomparsa del popolare giornalista e conduttore televisivo, malato da tempo di diabete. Giampiero Galeazzi si è spento all'età di 75 anni lasciando nel cuore dei parenti, amici, colleghi e fan ricordi incancellabili. Dopo i migliaia messaggi d'addio letti sui social, per lo sportivo è arrivato anche un omaggio speciale. Prima del fischio d'inizio di Italia Svizzera l'Olimpico ha regalato secondi di grande commozione tra l'immagine di Galeazzi sul maxi schermo, l'annuncio dello speaker prima del raccoglimenti e gli applausi del pubblico.

7.903 CONDIVISIONI
L’addio di Mara Venier a Giampiero Galeazzi: “Bisteccone mio, se ne va un pezzo della mia vita”
L’addio di Mara Venier a Giampiero Galeazzi: “Bisteccone mio, se ne va un pezzo della mia vita”
684 di Videonews
La camera ardente di Raffella Carrà: rose gialle sulla bara, le sue esibizioni sullo schermo
La camera ardente di Raffella Carrà: rose gialle sulla bara, le sue esibizioni sullo schermo
Morto Giampiero Galeazzi, Nicola Savino: "Che dispiacere, non farò più la sua imitazione"
Morto Giampiero Galeazzi, Nicola Savino: "Che dispiacere, non farò più la sua imitazione"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni