Joe Exotic ha scritto una lettera al presidente Donal Trump, supplicandolo di assolverlo dalla sua condanna a 22 anni di carcere. Chiede che gli venga concesso "Un miracolo, un perdono", per la sua "condanna ingiusta e mal gestita", sostenendo di essere stato aggredito e violentato in carcere e che la serie a lui dedicata ‘Tiger King, non è una rappresentazione accurata e veritiera della sua personalità. Eppure, la docu-serie targata Netflix ha fatto letteralmente impazzire milioni di americani. Proprietario di uno dei più estremi zoo a cielo aperto d'America, Joe Exotic ha costruito un vero e proprio business turistico: migliaia di visitatori accorrono ogni anno nella sua tenuta in Texas per toccare con mano le decine di animali esotici che alleva. Prime fra tutti, le tigri.

La condanna e la richiesta di grazia

Ad aprile 2019 Joseph Maldonado-Passage, questo il suo nome all'anagrafe, è stato condannato a 22 anni di carcere per aver incaricato un sicario, il suo aiutante Allen Glover, per l'assassinio di Carole Banskin, attivista per i diritti degli animali e sua storica rivale, che ha lanciato una campagna per far chiudere il suo zoo. Tra i capi d'accusa, anche uno per abuso di animali. Lo scorso aprile Joe Exotic ha chiesto la grazia al presidente Donald Trump, perché la sua condanna venga estinta.  Nella lettera da 257 pagine scritte a mano, chiede di poter tornare in libertà per aiutare bambini bisognosi e senzatetto. Afferma di essere vittima di "fake news" e di essere stato sottoposto ai capricci di "cattivi agenti, cattivi poliziotti e cattivi pubblici ministeri".

Sono stato aggredito sessualmente dal personale della prigione, picchiato e legato su una sedia al punto che la pelle mi è venuta via dalle braccia", ha scritto. "Per favore, sii il mio eroe … le mie mani sono danneggiate dagli abusi in prigione, quindi mi dispiace per la scrittura e l'ortografia sdolcinate.

Donald Trump valuta il caso

Il dossier sarà presentato nei prossimi giorni alla Casa Bianca da un ex agente delle forze dell'ordine che lavora come investigatore privato. A inizio anno Trump ha detto che avrebbe preso in considerazione la possibilità di concedere la grazia a Joe Exotic, dopo che il figlio Donald Jr. gli aveva sottoposto il caso. "Darò un'occhiata", ha detto ai giornalisti ad aprile, dichiarando di aver visto un paio di episodi del suo stravagante show. "È un bel personaggio", ha detto il presidente, "Quello è un ragazzo strano e ha molte persone strane intorno a lui". Il mondo di Hollywood si è schierato contro lo stravagante proprietario dello zoo, perché venga condannato. Ma nel frattempo anche Jeff Lowe, partner in affari di Joe, e altri membri dello zoo hanno deciso di agire come informatori dell’Fbi per aiutarli nell’arresto di Joe Exotic.