Dopo il grande successo di "Tiger King", la docu-serie originale Netflix sulla storia di Joe Exotic e del suo incredibile parco faunistico con oltre 150 tra tigri e altri felini, le celebrità di Hollywood si stanno schierando apertamente contro questa tipologia di sfruttamento. Da Joaquin Phoenix e Rooney Mara, da Iggy Pop a Kate Del Castillo, tutti stanno contribuendo alla petizione di Gabriela Cowperthwaite in supporto della costituzione di una legge federale chiamata Big Cat Public Safety Act: "I documentari possono essere potenti forze per il cambiamento", ha detto la documentarista.

L'effetto Joe Exotic smuove le star

Firmano la petizione, oltre alle star sopra menzionate, anche Steve Aoki, Alison Pill, Charlotte Ross, Kate Mara, Angelica Houston, Mena Suvari, Ireland Baldwin, Justin Theroux, Kim Basinger, Ruby Rose, Nikki Reed, Ian Somerhalder, Glenn Close e Cristopher Walken. Attraverso il Big Cat Safety Act, realtà come quelle di Joe Exotic sarebbero costretti a controlli stringenti e a garantire standard di sicurezza elevati e costosi al fine di ottenere le licenze federali. Si legge nel testo della petizione:

Tiger King è diventata un fenomeno culturale e ha reso i felini un argomento di conversazione popolare. È importante per noi andare oltre i personaggi della serie e usare questo momento per esercitare una pressione reale sui nostri funzionari eletti in modo da poter apportare cambiamenti significativi per proteggere i leoni e le tigri e altri grandi felini, molti dei quali sono membri di specie in pericolo di estinzione.

Nel momento in cui scriviamo, ci sono ancora molti stati del territorio americano che non hanno regolamenti in merito alla proprietà di tigri e leoni. Tra questi, Nevada, Wisconsin, North Carolina e Alabama. Attualmente ci sono più tigri che vivono in cattività negli Stati Uniti che in natura e la petizione evidenzia proprio i pericoli di questo tipo di fenomeno.