Caos nella tredicesima puntata dell'Isola dei famosi 2021, trasmessa giovedì 29 aprile. Tommaso Zorzi ha notato che molti naufraghi facevano il nome di Gilles Rocca. Così, ha intuito che ci fosse un accordo in atto, voluto dallo stesso naufrago per poter tornare in Italia. Quando anche Angela Melillo ha nominato Rocca, l'opinionista non ci ha visto più.

Lo sfogo di Tommaso Zorzi contro i naufraghi

Tommaso Zorzi ha preso la parola: "Come mai ogni volta che ci sono le nomination nel gruppo dei primitivi, si va sempre sullo stesso nome? È noioso, è banale. Ve l'ha chiesto Gilles?". Angela Melillo ha negato che si siano messi d'accordo. Miryea Stabile, invece, ha preso la parola e ha smentito la naufraga: "Semplicemente Gilles ha chiesto a tutti di essere nominato". L'opinionista si è infervorato e spazientito ha urlato: "Ma voi volete prendere per il cu** me, ma basta. Ma ragionate con la vostra testa. Valentina non dire no. Tu sei la prima". Ilary Blasi gli ha dato ragione: "Siete proprio bugiardi, fino alla fine".

Gilles Rocca è stato male prima della puntata

Gilles Rocca ha dato la sua versione e ha spiegato che semplicemente sente di essere arrivato al limite. I naufraghi hanno compreso il suo malessere e hanno deciso di aiutarlo a tornare a casa, nominandolo, soprattutto alla luce del malore avuto prima della puntata. Rocca ha chiarito:

"Nessuno ha chiesto niente. Abbiamo parlato da persone che si vogliono bene, hanno capito il mio stato d'animo. Mi hanno chiesto: ‘Come stai?'. Sanno come sto. Non capisco quale sia il problema. Non c'è niente da nascondere. Quando una persona si rende conto di essere arrivato al capolinea deve vergognarsi di dirlo? Io non sto bene. Io in questo momento credo di aver finito tutte le energie. Io sono svenuto prima, non sono stato bene, sono collassato, ho vomitato. Sono stato male, mi sento depresso. Vengono criticati perché mi danno una mano?".

Andrea Cerioli ha confermato che dopo aver parlato con Gilles Rocca si è reso conto che il naufrago è arrivato al limite: "Ho notato che lo vedevo spesso perdere la pazienza". Ecco perché tutti hanno deciso di aiutarlo, facendo il suo nome.