4 Giugno 2012
10:09

In Rai siamo a zero per il nuovo Annozero

Chi approderà al giovedì sera di Rai 2? I preferiti sono Giovanni Minoli e Andrea Vianello ma per risollevare gli ascolti Michele Santoro sarebbe l’unica soluzione.
A cura di Fabio Giuffrida

lorenza lei dg rai

La Rai non ha pace e in questo periodo ha davvero subito di tutto: dalla spendig review voluta dal Direttore generale della Rai Lorenza Lei (in foto d'apertura, piuttosto pensierosa) allo scontro tra i consiglieri d'amministrazione per l'approvazione dei palinsesti televisivi per la prossima stagione, la cui presentazione è prevista per il 18 Giugno a Milano e per il 20 Giugno a Roma davanti agli attenti e intransigente investitori pubblicitari. Il Cda deve fare presto, deve tornare a riunirsi e decidere una volta per tutte quale sarà il futuro della Rai. E mentre i palazzi del potere stanno decidendo quale dovrà essere il successore di Paolo Garimberti, attuale Presidente della Rai, alcune trasmissioni rischiano di saltare già dalla prossima stagione: basti pensare a Milo Infante che rimarrà orfano del suo "Italia Sul Due" che in verità, pur cambiando nome mutato in "Una settimana in famiglia", rimarrà in piedi con la conduzione di Lorena Bianchetti.

Rai 2 è la matassa da sbrogliare al più presto, non solo per il palinsesto del pomeriggio ma soprattutto per quello della prima serata. La Rai si è lasciata sfuggire un "carrozzone", una "macchina da guerra": parliamo di Annozerocondotto dal giornalista Michele Santoro, ora emigrato a "Servizio Pubblico" ma che presto potrebbe firmare un contratto con la piccola rete di Telecom Italia, La7, che tanto piccola ormai non è. Si è accaparrata infatti Enrico Mentana, Serena Dandini, Sabina Guzzanti e Geppi Cucciari (forse orfana del suo G'Day dalla prossima stagione, ndr). Il giovedì sera di Rai 2, prima occupato da "Annozero", adesso è rimasto vuoto e ancora non è stato trovato un degno sostituto del giornalista antagonista di Silvio Berlusconi. Si era fatto il nome di Andrea Vianello, già conduttore di "Agorà": per lui si sarebbe trattato di una promozione da Rai 3 a Rai 2, con un programma tutto suo, d'altronde lui era già abituato ai salotti serali visto che ha condotto per alcuni anni "Mi manda Rai Tre". Ma Vianello non ha convinto la dirigenza.

Giovanni Minoli potrebbe sbarcare in prima serata, questo è l'altro nome fatto per il giovedì sera di Rai 2 ma anche in questo caso forti sono i dubbi. La seconda rete della tv di Stato non può più permettersi errori, questa non è stata di sicuro una stagione di successi anche se – ad essere obiettivi – si è voluta dare l'ennesima zappa sui piedi. "Italia Coast 2 Coast", "Ligabue sul 2 – Sotto bombardamento", "Super Club" e "Zodiaco" si possono annoverare tra i flop di Rai 2 che hanno totalizzato ascolti piuttosto bassi. Unica soluzione sarebbe quella di richiamare Michele Santoro che ad oggi appare impossibile: "Non ci piaci, sei scomodo ma fai ascolti e rinforzi le casse di Rai 2″, questa potrebbe essere questa la chiamata-tipo per richiamare Santoro alla corte della tv di Stato. Ma è solo fantasia.

Pippo Baudo intervista Checco Zalone per Il Viaggio su Rai 3
Pippo Baudo intervista Checco Zalone per Il Viaggio su Rai 3
Pippo Baudo:
Pippo Baudo: "Se la Rai vuole farmi fuori, lo faccia subito!"
Ecco la
Ecco la "nuova" Rai, quella che punta su Paola Perego
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni