Ilaria D'Amico ha salutato Sky Sport dopo la bellezza di 18 anni di onorata carriera. Il saluto della conduttrice, che ha deciso di non occuparsi più di calcio e prendere altre strade, è andato in scena domenica 23 agosto, dopo la finale di Champions League Psg – Bayern, con un omaggio al suo percorso e un lungo discorso di commiato. Visibilmente commossa ed emozionata, ma senza cedere alla lacrima facile, la D'Amico non si è fatta mancare gli abbracci, "illegali" ma dovuti: “Abbiamo infranto le norme anti-covid”.

Il discorso di Ilaria D'Amico

Dopo un filmato che ha riassunto la longeva esperienza come conduttrice di Sky Calcio Show e di Champions League Show, i colleghi le hanno donato un mazzo di rose bianche, “Un fiore per ogni anno in cui ci hai accompagnato, da capitana, da bandiera, per dirti semplicemente grazie”. Lei ha ricambiato con i ringraziamenti, chiudendo la sua esperienza nello sport di Sky con parole d'affetto per i colleghi e Sky.

La cosa che contraddistingue la nostra azienda, ma stasera voglio parlare in particolare di Sky Sport, è la continuità, la capacità di crescere sempre e non lasciare dei vuoti. Ci sono altri che sono cresciuti al nostro fianco che sono pronti a ripetere i passi e a migliorarli. Sono stati anni incredibili, da quando eravamo piccolini con tanta forza dentro e tante valigie vuote da riempire. Quelle valigie sento di averle riempite insieme a voi grazie alla qualità e alle scelte di questa azienda, grazie alla quale sono arrivata pioniera, insieme a molti. Sento di aver tagliato traguardi assieme e mai da sola. Non mi sono mai sentita sola in questo percorso. È stato bellissimo e non sarebbe stato così bello altrove. A Sky Sport la filosofia è il merito. Chi merita viene aiutato a crescere, a camminare e a continuare a raccontare le storie. L'emozione di essere così coinvolti è data dall'essere appassionati. Mi sono divertita e appassionata in ogni minuto delle mie dirette. È stato possibile grazie al fatto che a Sky ci sono i migliori compagni di viaggio. Ci divertiamo molto qui. Ci siamo presi per mano, siamo partiti piccoli, eravamo molti meno di adesso e siamo arrivati ad essere punto di riferimento dell’informazione seria sportiva. Questo è il grande orgoglio. Lasciatemi ringraziare la dirigenza, i direttori, i miei compagni di viaggio. La vostra storia e la nostra si sono mescolate. Il pensiero a chi sta crescendo è quello di non perdere la voglia di raccontare, di emozionarsi, di stupire e di far emergere le emozioni ma anche le contraddizioni, di graffiare quando ce n’è bisogno, perché facciamo i giornalisti, non siamo dei reggi microfono. Raccontiamo storie e notizie, le tiriamo fuori, facciamo domande. Grazie, è stato un percorso unico, non vi lascio, il calcio è con me sempre. Finisco qua ma non finisco qua, ci rivediamo. Buon calcio a tutti

La carriera di Ilaria D'Amico a Sky Sport, cosa farà ora

Oltre 5000 allenatori e giocatori intervistati, 15 stagioni di Sky Calcio Show, 2 stagioni di Champions League, 3 Mondiali, la Confederation Cup del 2009, l’Europeo del 2016, le Olimpiadi di Londra 2012 con cerimonia di apertura e chiusura, Formula 1: questa la carriera di Ilaria D'Amico, che neppure il gossip della relazione con Gigi Buffon ha scalfito. Salutato il mondo calcistico, resterà a Sky ma cambierà ambito, anche se non è ancora dato sapere quale sarà il futuro della D'Amico in tv: "Ho voglia di sperimentare", ha spiegato, "Stiamo ragionando con Sky per un appuntamento ad ampio respiro, ma non è ancora stata presa alcuna decisione. Da settembre lavoreremo alle nuove idee". Già in passato aveva percorso altre strade, per esempio con il programma politico Exit – Uscita di sicurezza su La7 e con la conduzione della Notte degli Oscar, sempre su Sky. Al suo posto nei programmi calcistici dovrebbe arrivare Anna Billò.