Fa strano pensare al clima che accompagnava le settimane di vigilia del Festival di Sanremo 2020, appesantito da polemiche di portata enorme, e confrontarlo col clima disteso e trionfale che caratterizza questi giorni post sbornia sanremese. I vari ascolti record registrati nel corso della settimana del Festival da Rai1 resteranno negli annali e saranno termine di paragone per chiunque altro si affaccerà da conduttore e direttore artistico all'Ariston nei prossimi anni.

Il boom de I Soliti Ignoti dopo Sanremo

E l'affetto del pubblico per Amadeus non si è esaurito con la settimana sanremese. Sono infatti incredibili i dati degli ascolti de I Soliti Ignoti nei primi due giorni successivi alla fine del Festival di Sanremo. Il gioco del preserale di Rai1, che il presentatore conduce ormai da tre stagioni, ha raggiunto picchi di share e pubblico impressionanti nelle puntate del 10 e dell'11 febbraio. La sera del lunedì, grazie alla presenza in studio del vincitore di Sanremo Diodato, di Fiorello e dell'attesa per l'inizio della seconda stagione de L'Amica Geniale ha raccolto davanti al piccolo schermo 6.676.000 spettatori con il 24.7%. Di rilievo ancora maggiore è il dato del martedì, una puntata normale se si considera l'assenza di grandi ospiti e una programmazione di prima serata non proprio da urlo, con il programma che ha registrato una media di 6.298.000 spettatori con il 23.4%, con Striscia La Notizia letteralmente schiacciato. Numeri la cui portata cresce se letti alla luce dei risultati che I Soliti Ignoti ha registrato con le ultime puntate prima del Festival di Sanremo. Quella di venerdì 31 gennaio, che pure precedeva l'ultimo atto de Il Cantante Mascherato, ha chiuso con una media di 5.196.000 spettatori con il 20.7%.

Amadeus impermeabile alle polemiche

Se l'effetto Sanremo su Amadeus e I Soliti Ignoti sia destinato a sgonfiarsi con il passare dei giorni, non possiamo saperlo. È fuori di dubbio che al conduttore sia andato tutto bene, ma ad Amadeus va anche riconosciuto il merito di non aver mai ceduto agli attacchi e alle contestazioni, finendo per diventare impermeabile a qualsiasi genere di intoppo. I ritardi, i cambi di scaletta, il caos Bugo-Morgan, la lite Fiorello-Tiziano Ferro, addirittura il nome del vincitore spoilerato da Sky. A un certo punto è parso chiaro a tutti che niente potesse più scalfire la sicurezza e la tranquillità di Amadeus, forte naturalmente dei numeri che accompagnavano la sua esperienza all'Ariston.