Il 20 marzo 2017 la chiusura del suo programma Parliamone sabato per colpa di una grafica andata in onda dedicata ai motivi per cui sposare una donna dell'est, ritenuta razzista e sessista. Il 12 gennaio 2018 la prima puntata della nuova edizione di SuperBrain – Le supermenti. Nel mezzo un’azione legale contro la Rai, poi ritirata.

Le emozioni di Paola Perego

Date e fatti che hanno segnato in maniera profonda Paola Perego, che in occasione della conferenza stampa di lancio di Superbrain, la trasmissione in onda per otto settimane il venerdì in prima serata su Rai1, non lo nasconde:

Questa esperienza mi ha fatto capire che non ho la necessità di andare in video per forza, quello che mi è mancato in questi mesi è alzarsi la mattina e avere un progetto. Per fortuna ho dei valori che vanno oltre il lavoro, ho la famiglia, ho gli amici.

Le accuse di Lucio Presta a Campo Dall'Orto e Paolini

E un manager, che peraltro è suo marito. Lucio Presta, uno dei più potenti agenti della televisione italiana. Interpellato da Fanpage.it, Presta non ha dubbi sul ‘colpevole’ del fattaccio avvenuto meno di dieci mesi fa:

Il responsabile è l’allora direttore generale Antonio Campo Dall’Orto. Lui ha deciso di chiudere la trasmissione, lui si è assunto la responsabilità. Lo ha fatto con un sms che mi ha inviato. Io ho dovuto procedere una iniziativa a tutela del nome e della storia professionale di Paola. Nel frattempo lui è passato a miglior vita professionale, è arrivato un nuovo direttore generale, Mario Orfeo, che riteneva non fosse giusta quella situazione. Mi ha proposto delle cose che mi hanno convinto, così abbiamo ritirato la causa.

E pensare che proprio Presta poco dopo la chiusura del programma aveva in qualche modo assolto l'ex dg Rai. Negli scorsi mesi, inoltre, il manager dei vip non aveva risparmiato attacchi pubblici a Gregorio Paolini, uno degli autori della trasmissione di Rai1 chiusa all'improvviso, accusato, in sintesi, di aver abbandonato la nave nel momento del naufragio:

Gregorio Paolini ha nel dna la paura e la vigliaccheria. È scappato nottetempo, prima ancora che si facessero indagini più approfondite. Ha cercato di dimostrare che lui quel giorno non ci fosse; e invece c’era. Lui, per problemi personali, entra con un badge negli studi, quindi…. Era presente, era in regia, sapeva tutto. C’è stata una fuga di responsabilità. Ma l’unica persona con la quale io posso prendermela è il direttore generale Campo Dall'Orto, perché lui ha chiuso la trasmissione, non Paolini.

La posizione della Rai e il nuovo contratto della Perego

La Rai, quella di oggi, quella di Mario Orfeo, dal canto suo preferisce smorzare i toni. Così l'attuale direttore di Rai1 Angelo Teodoli assicura che "con Paola abbiamo avuto sempre ottimi rapporti e anche con la società ArcobalenoTre" e Andrea Fabiano, che all'epoca dei fatti sedeva proprio su quella poltrona (ora è ‘declassato' su Rai2), le dedica un pensiero speciale addirittura durante la conferenza stampa di presentazione di Kronos, il programma che sfiderà proprio Superbrain il venerdì sera.

Messe da parte le polemiche, per la Perego, dunque, è tempo di concentrarsi sul lavoro. Ha firmato un contratto biennale con la Rai, che prevede anche altri progetti per la prima serata per il momento top secret. Grafiche permettendo.