La misteriosa morte di Lin Qi, il produttore Netflix de "Il problema dei tre corpi", nonché amministratore della Yoozoo, colosso dei videogame, continua a far parlare il mondo degli addetti ai lavori. L'indagine in corso per sospetto avvelenamento punta il dito su un alto dirigente della divisione tv e cinema della Yoozoo, Xu, ma non sgombra il campo da quella che è considerata come una vera e propria maledizione: quella legata a questa misteriosa serie. Una serie tv che il magnate stava cercando disperatamente di produrre da cinque anni, senza alcuna riuscita.

La maledizione legata al progetto

"Il problema dei tre corpi" era l'adattamento seriale al quale il produttore stava lavorando insieme a David Benioff e D.B. Weiss, creatori dell'adattamento del Trono di Spade. Attorno alla produzione cinese aleggiavano da tempo diverse problematiche. Lin Qi aveva acquistato i diritti nel 2015, ma una serie di contrasti interni non hanno mai fatto decollare veramente il progetto, tra scontri sul set che culminarono in un incendio ai reparti produttivi. Con l'ingresso in campo di Netflix, non c'è stato alcun miglioramento perché si sono aggiunte le pressioni delle autorità statunitensi per la decisione del colosso di Reed Hastings di collaborare con la Cina. Infine, l'epilogo tragico: l'avvelenamento del produttore. Proprio come accade in una delle sequenze più celebri del Trono di Spade con la morte di Re Joffrey Baratheon.

Il problema dei tre corpi, di cosa parla la serie tv

Il problema dei tre corpi è un romanzo fantascientifico scritto dallo scrittore cinese Liu Cixin, edito in Italia da Mondadori per la collana Oscar Fantastica. Pubblicato originariamente a puntate sulla rivista cinese Science Fiction World, il romanzo ha raggiunto il successo mondiale quando è stato tradotto in lingua inglese nel 2014 aggiudicandosi il prestigioso Premio Hugo. Di cosa parla: un progetto militare segreto che cerca di contattare intelligenze aliene da una base segreta, la Costa Rossa. Quando arriva una risposta dagli alieni, si verrà a conoscenza che c'è un piano di invasione prestabilito di cui gli stessi governi sono già informati da tempo.