La notizia della chiusura de ‘Il Paradiso delle signore‘ è apparsa sin da subito inspiegabile, alla luce degli ascolti in crescita e di un largo consenso tra gli spettatori. Il 15 marzo, gli attori hanno lasciato il set e la parola ‘Fine' sembrava ormai scritta. Fanpage.it ha deciso di non fermarsi di fronte allo stop della Rai e di chiedere al pubblico sovrano, che vive spesso sui social il suo consenso o dissenso, se ritenesse giusta questa decisione. Il sondaggio lanciato dalla nostra testata è stato accolto da migliaia di commenti e manifestazioni di dissenso e amarezza da parte dei lettori.

Ad acuire il malcontento e a spegnere le speranze degli spettatori, le dichiarazioni che Giannandrea Pecorelli, produttore di Aurora Tv (casa che produce la serie in collaborazione con Rai Fiction) ha rilasciato in un'intervista a Fanpage.it"Alla fine delle riprese, a metà marzo, ci è arrivata la lettera dell’Amministratore Delegato della Rai: ‘Complimenti per il lavoro fatto ma non riteniamo necessario procedere’". Tuttavia, il vento è cambiato. Le proteste a cui abbiamo dato voce erano impossibili da ignorare. La Rai avrebbe deciso di accoglierle e di tornare sui suoi passi. Fonti vicine alla produzione hanno assicurato a Fanpage.it che ci sarebbe stata un'apertura da parte dell'azienda: ‘Il paradiso delle signore' dovrebbe tornare in tv con una nuova stagione.

La nuova stagione de ‘Il paradiso delle signore'

Fanpage.it ha appreso che ci sarebbe stata un'apertura da parte della Rai nella direzione dell'arrivo in tv di una nuova stagione de ‘Il paradiso delle signore', quella fiction che i nostri lettori hanno definito: "pulita, mai volgare, appassionante e istruttiva". Anche i nuovi episodi, come quelli attualmente in onda, dovrebbero essere collocati nel pomeriggio. Presto, Fanpage.it sarà in grado di fornire ulteriori dettagli sui tempi e le modalità della messa in onda.

La protesta dei lettori di Fanpage.it

Agli inizi di aprile, tramite un sondaggio, Fanpage.it ha chiesto ai lettori di esprimersi riguardo la chiusura de ‘Il paradiso delle signore'. Così, si è scatenata la protesta. In tanti, si sono detti amareggiati dalla scelta di mettere fine alle vicende di Vittorio Conti. La fiction era ormai entrata nella quotidianità degli spettatori, rappresentando per i più giovani una compagna che scandiva le pigre ore pomeridiane e, per gli adulti, un viaggio nella loro gioventù.

Perché la Rai aveva deciso di cancellare la fiction

Giannandrea Pecorelli, produttore di Aurora Tv, ai microfoni di Fanpage.it aveva espresso il proprio dissenso per la scelta della Rai di rinunciare alla soap ‘Il paradiso delle signore': "Mai visto tanto dolore e tanta delusione per dover interrompere un lavoro". Ci spiegò anche che la Rai aveva deciso di rinunciare alla serie per investire sulla prima serata:

"L’attuale dirigenza Rai ha ritenuto troppo caro il prodotto per la collocazione pomeridiana. Non ha trovato necessario, utile, strategico, continuare a fare un investimento su una serie che ha come primo passaggio quello pomeridiano. ‘Il paradiso delle signore', però, ha anche una forte replicabilità. È molto seguito su RaiPlay, su Rai Premium. Ai dati di ascolto del pomeriggio si dovrebbero sommare tutti i dati dello sfruttamento del prodotto. […] Quanto investito su questo prodotto, la Rai vuole investirlo su altre produzioni ma nel prime time. So che a Viale Mazzini c’è stata una forte lacerazione, ci sono persone in Rai che sono rimaste sorprese dalla decisione della chiusura della serie. Dicono loro stessi di ritenerla una decisione insensata".

Il produttore, infine, aveva svelato che la decisione della chiusura della fiction aveva creato "una forte lacerazione a Viale Mazzini", anche delle persone vicine alla Rai reputavano quella scelta "insensata". Per la gioia dei tanti fan de ‘Il paradiso delle signore', però, sembra che la parola ‘Fine' non sia stata pronunciata fino in fondo.