Una delle sfide più impegnative della nuova stagione di Rai1, che ormai così nuova non è più, visto che siamo sull'orlo del mese di novembre, è rappresentata certamente dalla fascia del primo pomeriggio, spazio sul quale il direttore di Rai1 Angelo Teodoli ha deciso di mettere la sua firma, e la sua faccia, rischiando con uno stravolgimento totale rispetto all'impostazione della rete nella scorsa stagione. Ad entrare a gamba tesa nel dopo pranzo dei telespettatori di Rai1 è stata Caterina Balivo con "Vieni da Me", talk espressamente disegnato sull'esempio del The Ellen DeGeneres Show con cui la conduttrice napoletana è tornata su Rai1 dopo diversi anni trascorsi ad occupare il medesimo spazio sulla seconda rete con "Detto Fatto", consolidatosi nel corso degli anni. La scommessa, come specificato da Teodoli mesi fa, è quella di assecondare un pubblico prevalentemente femminile che caratterizza il pomeriggio di Rai1 con un programma più adatto e omogeneo, in grado di fare da raccordo tra il telegiornale e La Vita in Diretta. A tale scopo era arrivata la scelta di sostituire il quiz "Zero e Lode" con Alessandro Greco, che nella scorsa stagione aveva occupato il medesimo spazio dalle 14.00 alle 15.25.

Gli ascolti di Vieni da Me

Come sta andando, quindi, la scommessa di "Vieni da me" alla prova degli ascolti? Il risultato parziale, quando siamo a un mese e mezzo dal debutto, non è di quelli memorabili che fanno strappare i capelli dall'entusiasmo. La trasmissione di Caterina Balivo è partita da 1.416.000 spettatori pari al 10.59% della prima puntata, seguendo un andamento altalenante nelle settimane successive che ha portato prima il programma a scendere sotto il 10%, come nella puntata del 17 settembre (1.301.000 spettatori pari al 9.6% di share), per poi riprendere quota a inizio ottobre (indicativo il dato di 1.449.000 spettatori pari al 10.65% di share per la puntata di lunedì 8 ottobre) e dare impressione di stabilizzarsi al di sopra dell'11% nelle puntata seguenti. Con la puntata di lunedì 29 ottobre 2018, quella in cui è andata in onda la clip con Maria De Filippi misteriosamente bloccata dalla Rai una settimana prima, si torna al di sotto della soglia di sicurezza con 1.500.000 spettatori pari al 9.81% della platea.

Anche Zero e Lode era partito con timidezza

Gli ascolti incerti di "Vieni da me" vanno inoltre letti in funzione di due termini di paragone sostanziali. Il primo è quello delle aspettative ben più ottimistiche della rete nei confronti del programma, ma soprattutto con l'occhio al confronto proprio con "Zero e Lode", protagonista dei palinsesti di Rai1 nella stagione 2017-2018. Anche il quiz di Alessandro Greco era partito in sordina, con un riscontro di pubblico decisamente negativo se si considera il traino del Tg1, il più visto all'orario di pranzo. Lo stesso conduttore aveva ironizzato rispetto al fatto che si diceva la trasmissione non sarebbe arrivata al panettone, ovvero a dicembre. Invece poi Greco aveva lentamente risalito la china portandosi in doppia cifra e arrivando a toccare, nel finale di stagione, a picchi ben oltre il 13%. Non a caso la cancellazione del programma ha destato non poche perplessità nel pubblico più affezionato.

Le speranze di Caterina Balivo

Una progressione positiva, quella di "Zero e Lode", che potrebbe deve portare il gruppo di lavoro di "Vieni da me" a mantenere alta l'attenzione e la tensione, ma contemporaneamente può fare ben sperare Caterina Balivo. Un programma quotidiano ha bisogno di instaurare complicità con il pubblico e necessita di tempo per trasformarsi in un appuntamento abitudinario, con l'obbligo di considerare che la concorrenza non proviene solo da Canale 5, ma è anche interna, vista la sovrapposizione di "Detto Fatto" su Rai2 condotto da Bianca Guaccero.