Giulia Michelini si è raccontata sulle pagine di ‘Tv, Sorrisi e Canzoni’. L’attrice presto tornerà in televisione con ‘Rosy Abate 2’. Nel corso dell'intervista ha raccontato come non sia stato facile vestire gli scomodi panni di un personaggio controverso come la ‘regina di Palermo’: “Quando ho rimesso i suoi panni, durante i mesi di riprese, ci sono stati giorni buoni e giorni di rigetto. È un personaggio che ormai abbiamo raccontato da tutti i punti di vista e non era facile trovare lati inediti da rivelare. Però va bene così. È un personaggio al quale io sono profondamente legata. Mi ha dato tanto, mi ha fatto imparare molte cose. È un pezzo di vita che si è costruito con me e che mi porto dentro”. Ha ribadito, tuttavia, che il capito Rosy Abate si è ormai concluso.

Il rapporto di amore e odio con Rosy Abate

Giulia Michelini interpreta Rosy Abate da ormai 10 anni. Non sorprende, dunque, che l'attrice senta il bisogno di lasciarsela alle spalle. La seconda stagione segnerà l’epilogo della storia del personaggio. L’attrice non ha dubbi, non ci sarà la terza stagione: "Rosy è un’amica e una nemica, un ‘odi et amo’ continuo. Ma questo arriverà a una fine, troveremo pace (ride, ndr). Per quel che mi riguarda sì, finirà alla fine di questa stagione. Anche per recuperare il mio nome. Le persone per strada ormai mi chiamano Rosy Abate. Nessuno sa come mi chiamo realmente…".

Dopo ‘Rosy Abate 2’ si dedicherà a suo figlio

Infine, ha dichiarato che una volta archiviato il personaggio di Rosy Abate non ci saranno altri progetti lavorativi ad attenderla. Si dedicherà al figlio Giulio Cosimo: "Non ci sono altre avventure professionali. Non farò nulla. Lo so, fa riflettere ma è la verità. Mi dedicherò all’entrata in quarta ginnasio di mio figlio che per adesso è la cosa sulla quale mi devo focalizzare. Al lavoro non ci penso".