La lunga intervista di Mara Venier a Tiziano Ferro è stata tra le notizie televisive della giornata ed anche grazie alla presenza dell'artista in trasmissione, Domenica In ha registrato ancora una volta ottimi ascolti con la puntata del 16 dicembre. Nel corso dell'intervista il cantante ha affrontato gli step più importanti della sua vita e della sua carriera e alla fine dell'intervista Mara Venier ha pubblicato il proverbiale selfie con il cantante su Instagram, ma non sono mancati sporadici casi isolati di commenti critici relativi alla scelta di invitare in trasmissione l'artista.

Uno, in particolare, attaccava Ferro sul piano della sessualità, sollevando una questione di cui nelle ultime settimane si è molto parlato, specie dopo il monologo dell'artista sul bullismo a Che Tempo Che Fa: "Nel periodo delle feste natalizie – scrive l'utente – che è la festa della famiglia non mi è piaciuto un intervista ad uno omosessuale. In altri periodi dell'anno ok ". Lapidaria, per quanto non aggressiva, la risposta immediata di Mara Venier:

cara,d’amore si può parlare tutto l’anno!!!! Perché l’amore non ha sesso…..!!!!

Molto intima l'intervista che Tiziano Ferro ha rilasciato alla zia Mara, dimostrando ancora una volta come il salotto di Rai1 sia diventato ormai uno di quelli in cui i personaggi noti sono più disposti a mettersi in gioco e svelarsi in tutti gli aspetti, anche quelli più delicati. In particolare Ferro ha confessato alla zia Mara quanto la musica sia stata importante per lui:

Io non ricordo un solo istante della mia vita senza la mia musica, ma lei ti sceglie, inizi un percorso che è diverso dagli altri. Io andavo a Roma per andare nei grandi negozi di dischi e comprarli lì. Ero un ragazzino sfigato di provincia, e ho condiviso questo momento con il mio migliore amico, Roberto, un grande autore musicale. Anche perché con i ragazzi non ci potevi parlare perché parlavano solo di calcio, con le ragazze non ci potevi discutere perché cercavano il ragazzo e niente. La musica mia ha salvato. I ragazzi che hanno a che fare con l'arte superano quel degrado interiore, che può essere devastante. Se non avessi avuto la musica sarei finito inghiottito da quel degrado.