809 CONDIVISIONI

Tiziano Ferro torna sulla polemica Fedez e bullismo: “Le parole hanno un peso”

Tiziano Ferro apre la trasmissione con un durissimo monologo che denuncia l’assenza di una legge contro l’apologia dell’odio in Italia. E chiude così: “Io aspetto tempi migliori in cui magari un giorno le parole avranno un peso”. Inevitabile il collegamento alla polemica con Fedez dei giorni scorsi.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Andrea Parrella
809 CONDIVISIONI
Immagine

Tiziano Ferro mette un punto sul dibattito che si era scatenato in settimana dopo le sue parole contro il bullismo, che hanno avuto particolare risonanza perché un attacco diretto a personaggi del mondo della musica, tra cui Fedez.

Il monologo di Tiziano Ferro a Che Tempo Che Fa

Ospite di Che Tempo che Fail cantante di Latina ha preso una posizione dura e definitiva pronunciando un discorso molto forte in apertura di programma. "Le parole hanno un peso – dice Ferro – ma non lo ricordiamo. Ed è questo il dramma che si nasconde dietro i messaggi di bullismo". 

Il monologo di Ferro rimarca a più riprese l'importanza delle parole, facendo confluire le sue in una denuncia per l'assenza di una "legge contro l'apologia dell'odio". E chiude così: "Io aspetto tempi migliori in cui magari un giorno le parole avranno un peso".

La polemica tra Tiziano Ferro e Fedez

Il monito con cui Tiziano Ferro ha aperto il programma di Fabio Fazio non ha un destinatario preciso, ma è evidente la relazione con la querelle della settimana con Fedez. Si presentava il nuovo di Ferro Accetto miracoli quando il cantante ha accusato di bullismo Fedez e altri non esplicitati personaggi del mondo della musica. Colpa del rapper il contenuto di una sua canzone di diversi anni fa, Tutto il contrario, che ironizzava sulla decisione di Tiziano Ferro di dichiararsi pubblicamente omosessuale.

"Mi si tira in ballo e io sono ironico, finché si scherza va bene, mi spiace solo quando queste cose sono legate al sentimento e alla sessualità, perché anche una battuta può mettere un adolescente a disagio, e che un idolo dei ragazzini mi prenda in giro su questo è un atto di bullismo molto forte, non solo verso di me".

"Il bullismo non è finito a 13 anni", aveva detto poi Ferro, ma quando qualcuno è tornato sulle sue parole, facendogli la domanda esplicita se in quel momento si stesse riferendo a Fedez, Tiziano Ferro ha risposto: "Uno dei tanti…".

Come aveva risposto Fedez

Alcune ore dopo Fedez aveva a sua volta risposto a Tiziano Ferro su Instagram: "Sembrerebbe che in una conferenza stampa Tiziano Ferro mi avrebbe accusato di omofobia e bullismo, facendo riferimento a un testo che io ho scritto una decina di anni fa". Quindi le spiegazioni, sorpreso dalle parole di Ferro: "Mi stupisce un po' il tempismo di questa dichiarazione, nel senso che questa è una canzone scritta quando io avevo 19 anni, ero senza casa discografica, non avevo un pubblico e mettevo le mie canzoni online". Quindi aveva aggiunto: " A 19 anni siamo tutti persone diverse e ci esprimiamo con toni completamente diversi". Fedez si era scusato se eventualmente la sua canzone potesse aver offeso qualcuno e, ribadendo la sua totale condanna dl bullismo e omofobia, aveva lanciato a Tiziano Ferro la proposta di incontrarsi e fare insieme delle cose che possano combattere questi fenomeni.

809 CONDIVISIONI
Accuse di bullismo e omofobia, Fedez si scusa con Tiziano Ferro: "Scrissi quelle cose a 19 anni"
Accuse di bullismo e omofobia, Fedez si scusa con Tiziano Ferro: "Scrissi quelle cose a 19 anni"
Fedez: "Tiziano Ferro voleva attaccare me, l'omofobia non c'entra"
Fedez: "Tiziano Ferro voleva attaccare me, l'omofobia non c'entra"
Tiziano Ferro e l'allusione a Fedez: "Idolo dei ragazzini che mi prende in giro è atto di bullismo"
Tiziano Ferro e l'allusione a Fedez: "Idolo dei ragazzini che mi prende in giro è atto di bullismo"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni