Fiorello può tutto, lo sa e si prende il lusso di ostentare la sua immunità. Tutte le regole aziendaliste in Rai per lui vengono meno e la dimostrazione ulteriore arriva con la quarta puntata dell'anteprima di VivaRaiPlay, il suo nuovo show eccezionalmente in onda anche su Rai1 per questa settimana (a partire dalla prossima solo su RaiPlay).

Fiorello non si lascia scappare la possibilità di giocare con l'altro evento televisivo della serata, il ritorno in Tv di Adriano Celentano con AdrianE quindi, nonostante siamo su RaiPlay, e ancor peggio su Rai1, lui decide di fare un lancio bello e buono al rinnovato programma del molleggiato, in onda su Canale 5 dalle 21.30. Lo showman siciliano annuncia che farà una cosa che non si è mai fatta, lanciare il programma di un'altra rete:

Questa sera torna in televisione Adrian, non su Rai1, non su Rai2, non su Rai3, non su Rai4, ma su…. Basta con questa cosa, gli artisti non hanno colore. Se in televisione torna gli artisti degli artisti, Adriano Celentano, bisogna dirlo. Chi se ne importa di questa cosa qua?

Dopo aver magnificato la grandezza ‘a reti unificate' di Celentano, Fiorello propone poi una versione moderna di 24mila baci (titolo rivisitato "24k baci"), cantata insieme all'amico Giuliano Sangiorgi. La puntata si chiude così, col sottofondo di Fiorello che evoca Celentano, gridando "Adriano" in versione Rocky.

Un gioco che si concede solo a lui e che probabilmente finirà per favorire lo stesso Fiorello nei giorni a venire, dovesse montare un'eventuale polemica. Ma non è escluso che la gag di Fiorello finisca per fare bene proprio a Celentano, il quale mai come questa sera ha bisogno di ascolti, visto il riscontro del suo Adrian nella versione precedente, che in termini di ascolti verrà ricordato senza se e senza ma come il primo, vero flop televisivo del molleggiato. E non è escluso che Celentano, dall'altra parte, non ringrazi e restituisca il favore.