555 CONDIVISIONI
6 Settembre 2021
15:55

Fedez querelato dal consigliere leghista citato al concerto del Primo Maggio: “Fate schifo”

Il cantante racconta attraverso una serie di storie Instagram di aver ricevuto una querela dal consigliere leghista Alessandro Rinaldi, citato nel discorso pronunciato al concerto del Primo Maggio per aver detto “se i gay vogliono uguaglianza si comportino da persone normali”. L’accusa a Fedez è aver riportato le sue parole fuori contesto. Il rapper durissimo: “Anziché chiedere scusa, perseverate nel rivendicare le st****ate dette”.
A cura di Andrea Parrella
555 CONDIVISIONI

Gli effetti del Primo Maggio continuano a farsi sentire per Fedez, che dopo il discorso pronunciato sul palco del concertone ha ricevuto una querela da Alessandro Rinaldi, consigliere leghista del comune di Reggio Emilia, citato nel monologo letto dal rapper in diretta su Rai3. "I gay vogliono uguaglianza? Si comportino come persone normali", queste le parole di Rinaldi citate da Fedez e inserite nella lista di frasi controverse pronunciate negli ultimi anni da diversi esponenti politici, molti dei quali proprio leghisti.

Le motivazioni della querela

Alessandro Rinaldi ha deciso di querelare l'artista accusandolo di aver riportato le sue parole fuori contesto, come il cantante ha spiegato nelle sue storie Instagram: "Cosa fa Federico Lucia quando non prende querele dal Codacons? Le prende dai leghisti. Oggi querelina da Alessandro Rinaldi della Lega. Credo rientri nella top ten delle denunce più ivertenti mai ricevute in vita mia, perché il signore, citato nel mio discorso del primo maggio perché disse "I gay vogliono uguaglianza? Si comportino come persone normali". Motivazione della querela è che avrei estrapolato fuori dal contesto la frase. Ma la precisazione fa volare, perché il signor Rinaldi precisa che intendeva invitare gli omosessuali a non risaltare in maniera grottesca e ossessiva il loro orientamento sessuale, ma a comportarsi come tutte le persone normali […] Grande Rinaldi, spero sia buona promozione elettorale".

Fedez risponde ad Alessandro Rinaldi

L'annuncio di Fedez, che cerca di rimarcare l'assurdità della cosa con un sorriso sarcastico, si chiude con una considerazione amara: "È imbarazzante come ci sia un'intera classe politica italiana che quando spara una s*****a abnorme e indecente, anziché chiedere scusa, persevera nel rivendicare le st****ate dette, perché tanto in questo Paese si dimentica sempre tutto. Niente, fate schifo al ca**o".

Anche la Rai ha querelato Fedez

Per Fedez quella di Rinaldi non è la prima azione legale scaturita dal suo monologo sul palco del concertone, lo scorso Primo Maggio. Ad annunciare querela è stata la stessa Rai, dopo le accuse del cantante di aver tentato di censurare preventivamente il suo discorso. Accusa puntualmente respinta dal direttore di Rai3, Franco Di Mare, in un lungo intervento in commissione di vigilanza a pochi giorni dall'accaduto.

555 CONDIVISIONI
Il video di Fedez querelato da un esponente della Lega
Il video di Fedez querelato da un esponente della Lega
Fedez furioso col Codacons per l'ennesima denuncia: "Fate schifo, smettetela di perseguitarmi"
Fedez furioso col Codacons per l'ennesima denuncia: "Fate schifo, smettetela di perseguitarmi"
Fedez querelato da un esponente della Lega poi attacca Salmo: "Annullata una sagra per colpa tua"
Fedez querelato da un esponente della Lega poi attacca Salmo: "Annullata una sagra per colpa tua"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni